Campagno vince al ventunesimo gioco. Ora Max Vacchetto insegue la “bella”

Pallapugno: a Cortemilia nel primo round della finale scudetto impresa del capitano albese (foto Candido Capra)

Bruno Campagno (Albeisa) ha compiuto ieri  il primo passo verso la conquista dello scudetto 2021 della pallapugno. Nello sferisterio di Cortemilia ha battuto Massimo Vacchetto (Marchisio Nocciole) per 10-11 dopo una gara tiratissima ed appassionante. Sabato 23, al «Mermet» di Alba, finale di ritorno con Campagno che cercherà di conquistare il quarto scudetto e Vacchetto che tenterà, invece, di portarlo alla «bella». 

Il racconto del match

Partita per palati fini quella di Cortemilia che, all'insegna dell'assoluto equilibrio, è terminata alla caccia unica del ventunesimo gioco. Le due squadre (Giordano, Cocino e Rivetti per i locali; Corino, Bolla e Vincenti per gli ospiti) hanno assecondato i capitani, ma sono stati Vacchetto e Campagno a dare spettacolo con giocate potenti e tecnica sopraffina. Ai «calci di rigore» ha prevalso Campagno, ma la corsa è apertissima. Le squadre si sono affrontate con prudenza. Nervosismo alle stelle già nel secondo gioco, Vacchetto ha recuperato da 15-40 a 40 pari; si è andati alla caccia unica e la squadra di casa ha rotto il ghiaccio (1-1). Partita sempre accesa, tifo «caldissimo». I primi 3 giochi si sono risolti tutti alla caccia unica. Campagno ha spesso fatto ricorso alla battuta tagliata, ma Vacchetto ha «infiammato» il pubblico con ricacci stratosferici. Il cortemiliese ha tentato la fuga e per due volte si è portato avanti (3-1, 4-2). In un continuo alternarsi di emozioni Campagno ha reagito con il contro sorpasso (4-5): nel decimo gioco Vacchetto, apparentemente in crisi, si è trovato in svantaggio per 0-15 con tre cacce pessime: le ha ottenute tutte con grandi ricacci finalizzati in intra dai compagni e ha pareggiato sul 5-5. Campagno è ripartito meglio, conquistando il 5-6, ma Vacchetto ha immediatamente reagito incamerando a zero il 6 pari. In questa fase parecchi giocatori hanno indossato occhiali scuri e cappellino per difendersi dai raggi del sole. Non sono mancati gli scambi spettacolari e il punteggio è stato sempre in altalena. Sul 6-8 il primo doppio vantaggio per Alba, poi 8 pari. La partita è sembrata indirizzarsi verso Vacchetto sul 9-8, ma gli ospiti hanno pareggiato. Ancora vantaggio per in locali con gli albesi li hanno nuovamente ripresi sul 10 pari. Nel gioco decisivo, «effetto braccino» nella squadra di casa che in vantaggio per 30-0 si è fatta raggiungere. Annullato il primo match-point di Campagno e anche il primo di Vacchetto, si è arrivati inesorabilmente alla caccia unica molto favorevole agli albesi che se la sono aggiudicata con un ultimo colpo di Corino. —

Dona al sito Tambass.org
E dai, offrimi un calice di vino!
Siate generosi, per favore

Meteo

giweather joomla module

Login

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Cookie Policy Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui Cookies e su come disabilitarli, potete visitare la nostra pagina di privacy policy.

  Accetto i Cookie da parte di questo sito.