Balòn, Costa presidente. C'è Martina Garbarino

NUOVO CONSIGLIO FIPAP

Rinnovata la cabina di comando della Federazione della pallapugno. A Dogliani i rappresentanti delle società hanno eletto il nuovo Consiglio federale che rimarrà in carica 4 anni. Non ci sono state sorprese nella nomina del presidente perché Enrico Costa, al quarto mandato, era l'unico candidato.
«Il 2020 è stato un anno di emergenza - ha detto - con tante situazioni inedite da affrontare sotto il profilo giuridico, sanitario e finanziario. Le società sono in difficoltà. L'obiettivo è fare passi avanti rispetto alla scorsa stagione e far giocare i giovani: stare fermi due anni sarebbe un colpo troppo duro».
Il presidente del Coni Giovanni Malagò, in collegamento telefonico, ha invitato il nuovo Consiglio a Roma per una riunione. «Invito significativo - ha commentato Costa - che raccoglieremo per l'alto valore simbolico che esprime, insieme al rispetto per la pallapugno da parte del Coni».
Seggi che hanno rinnovato l'organismo governativo della Federazione per il prossimo quadriennio olimpico 2021-24. «L'obiettivo principale è di fare passi avanti rispetto all'ultima travagliata stagione. Fare assolutamente giocare i giovani» le prime parole di Costa. Rielezione da copione con la telefonata del presidente Coni, Giovanni Malagò che ha ribadito il sostegno alla Fipap. Il numero uno dello sport nazionale ha sottolineato il valore del lavoro portato avanti in questi anni ed ha anche invitato a Roma il nuovo Consiglio federale, magari in occasione del primo incontro che aprirà il quadriennio. Invito ovviamente subito accolto dal presidente Costa. «Davvero un bel riconoscimento per la Fipap – mai c'era stato un intervento del presidente Coni nelle precedenti assemblee. Ci organizzeremo per questa trasferta nella capitale che avrà un valore certamente simbolico ma anche di grande rispetto da parte del Coni che ci considera uno dei capisaldi dell'attività sportiva». A Dogliani (con saluto del sindaco Ugo Arnulfo) si è registrata una partecipazione quasi record con il 98% delle società aventi diritto al voto rappresentate. Se la riconferma di Costa alla presidenza era scontata, non altrettanto i nomi dei neo consiglieri . Conferma per Domenico Adriano, Luca Selvini ed Emanuele Sottimano che erano già in carica nel precedente quadriennio. Conferma invece mancata dal santostefanese Fabrizio Cocino, vice presidente "vicario" uscente e primo degli esclusi. Il miglior risultato elettorale nella quota dirigenti lo ha invece ottenuto Stefania Toselli eletta unitamente a Monica Risso e Carlo Scrivano.
Non ce l'hanno fatta oltre a Cocino, Giovanni Barbero, Giuseppe Perosino ed Adriana Rossi. Esclusione di peso anche in quota atleti dove ad uscire sconfitto dall'urna, dopo aver vinto sul campo, è stato Bruno Campagno con gli atleti rappresentati da Adriano Manfredi e dalla giovane astigiana Martina Garbarino. «La fiducia manifestata è una gratificazione. Ora è doveroso il ringraziamento che voglio ricambiare col massimo impegno, lo stesso che metto quando scendo in campo» ha commentato la campionessa di Monastero Bormida. Infine sfida a tre per un solo posto disponibile nella quota tecnici con affermazione di Claudio Balestra, premiato rispetto a Giovanni Voletti e Felice Musto. Infine presidente dei revisori dei conti è stata eletta Aurelia Isoardi.
Sorprendente l'esclusione di Bruno Campagno. Secco il suo commento: «Non ho nulla da dire, è quello che ci meritiamo. Buon lavoro al nuovo Consiglio».

Dona al sito Tambass.org
E dai, offrimi un calice di vino!
Siate generosi, per favore

Meteo

giweather joomla module

Login

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Cookie Policy Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui Cookies e su come disabilitarli, potete visitare la nostra pagina di privacy policy.

  Accetto i Cookie da parte di questo sito.