Araldica Castagnole, 10 e lode. Battuti anche i cugini di Spigno

Parterre de roi al Remo Gianuzzi di Castagnole Lanze con Italo "Talo" Gola e Giancarlo "Moreto" Grasso (foto di Candido Capra)
 
Superlega Fipap Acqua San Bernardo-Banca d’Alba
Quarti di finale – Andata
Araldica Castagnole Lanze-Araldica Pro Spigno 11-3
Barbero Virtus Langhe-Tealdo Scotta Alta Langa 11-5
Olio Roi Imperiese-Torfit Langhe e Roero Canalese 7-11
Acqua San Bernardo Ubi Banca Cuneo-Marchisio Nocciole Cortemilia 8-11
L'Araldica vincente si conferma quella di Castagnole con Massimo Vacchetto che infila la decima affermazione di un cammino finora perfetto nella Superlega di pallapugno. Il derby "cantiniero" vissuto sabato al "Gianuzzi" non ha avuto storia con la quadretta astigiana che ha archiviato gara uno con l'alessandrina Pro Spigno (11-3) non patendo l'avversario e neppure il ritorno agli undici games (nove nella prima fase). Determinante a spegnere ogni velleità ospite la partenza lanciata della squadra di coach Rigo autrice di un parziale di 5-0. Marco Battaglino e soci si aggiudicavano il primo gioco (ai vantaggi), poi altro allungo della formazione di casa che andava al riposo sul ampiamente rassicurante 9-1. E nella ripresa il tabellone gira solo per gli astigiani che dopo due giochi archiviano la pratica. Per Pro Spigno la speranza della rivincita nel match di ritorno (giovedì sera) inseguendo il fondamentale successo per portare alla bella il confronto che varrà le semifinali della competizione federale. Traguardo che si avvicina per Bruno Campagno capace di uscire vittorioso dallo sferisterio di Dolcedo a spese dell'Olio Roi Imperiese (11-7).
Match aperto dal break di due giochi con Torfit Langhe e Roero Canalese che subito pareggiava i conti, poi uno game a testa e perfetta parità alla pausa (5-5). Nella ripresa Campagno e compagni infilano l'uno-due, Enrico Parussa ed i suoi provavano a ricucire lo strappo, ma i canalesi mantenevano le distanze. Sul 7-9 un nuovo allungo, quello vincente. Si era giocato d'anticipo a Dogliani dove Paolo Vacchetto alla guida della Barbero Virtus Langhe si era imposto sulla Tealdo Scotta Alta Langa di capitan Cristian Dutto (11-5). Incontro in cui erano stati però gli ospiti ad iniziare meglio: vincendo il primo gioco e allungando 1-3. Pronta replica di Vacchetto Jr. che agganciava gli avversari con sesto gioco alla unica. Ancora alla unica nel settimo game, a favore della Tealdo Scotta Alta Langa, ma la Barbero Virtus Langhe prima riportava il match in equilibrio e poi avanti, prima del 5-5 alla pausa. Nella ripresa la quadretta di casa cambiava passo: 7-5. La svolta nel gioco successivo . 

Dona al sito Tambass.org
E dai, offrimi un calice di vino!
Siate generosi, per favore

Meteo

giweather joomla module

Login

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Cookie Policy Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui Cookies e su come disabilitarli, potete visitare la nostra pagina di privacy policy.

  Accetto i Cookie da parte di questo sito.