Max Vacchetto debutta a Mondovì con Torino

Pallapugno, Superlega: stasera a Mondovì il campione d'Italia contro Gilberto Torino 
La prima partita di Max Vacchetto
Con il confronto di S. Stefano Belbo tra Fabio Gatti (Robino Trattori) e Marco Battaglino (Araldica Pro Spigno), rinviato di un giorno per l'allagamento dello sferisterio, si è conclusa la prima giornata della Superlega Fipap di pallapugno. A S. Stefano la gara non ha avuto storia: nel duello tra due esordienti in serie A ha avuto la meglio Battaglino che si è imposto addirittura per 9-0 di fronte ad un rivale in chiara difficoltà, anche percé privo della spalla Riella infortunato. Gatti è andato alcune volte sul 40 pari e due alla caccia unica ma non è riuscito a conquistare alcun punto.
Stasera cominciano gli incontri della seconda giornata. Alle 20,30 a Mondovì esordio casalingo per Gilberto Torino (Alusic Acqua S Bernardo) al quale il calendario ha riservato un avvìo di stagione terribile. Infatti, dopo aver affrontato a Canale Bruno Campagno ed aver perso per 9-1, deve vedersela con il campione d'Italia Massimo Vacchetto (Araldica Castagnolese) che è all'esordio, avendo saltato il primo incontro per il forfait del fratello Paolo infortunato. Ovviamente anche contro il tricolore il compito di Torino è proibitivo.
Gli altri incontri della giornata si giocano domani tutti alle 20,30 ad eccezione di quello di San Benedetto Belbo che è anticipato alle 16,30. In Alta Langa si affrontano Dutto (Tealdo Scotta) e Campagno (Torfit Canalese). Dutto cerca il primo punto, ma Campagno è un «osso» durissimo.
A Spigno Monferrato Battaglino (Araldica Pro Spigno) cerca conferme contro Gatto (Marchisio nocciole Egea) piuttosto deluso dopo il primo incontro.
A Dogliani esordio di Paolo Vacchetto (Barbero Virtus Langhe) che affronta Fabio Gatti dopo aver superato il lieve infortunio muscolare che l'aveva costretto a saltare il derby famigliare.
A Dolcedo infine Parussa (Olio Roi) riceve Federico Raviola (Acqua S. Bernardo Ubi Banca Cuneo) in un confronto fra giocatori vittoriosi nella prima uscita. —
 
L'Araldica Castagnole Lanze stasera può debuttare e sfoggiare lo scudetto sulle divise finora mai schierate in campo. Prima la stagione stravolta dall'emergenza e poi il forfait nella giornata inaugurale con l'infortunio di Paolo Vacchetto che ha impedito l'atteso derby famigliare al «Gianuzzi»in apertura di Superlega. Competizione pronta a vivere la seconda giornata offrendo stasera a Mondovì l'anticipo tra i padroni di casa dell'Alusic Acqua San Bernardo Merlese, capitanata da Gilberto Torino (ko a Canale con Bruno Campagno), e la quadretta astigiana di Massimo Vacchetto. Fischio d'inizio alle 20,30 sempre a porte chiuse.
«La Superlega offre l'occasione per testare alcune soluzioni proposte – le parole del tecnico castagnolese Gianni Rigo – le partite ai nove giochi nella prima fase potrebbero essere interessanti: circa due ore di gioco, chi è in campo deve cambiare l'approccio, ma penso agli spettatori che nei prossimi campionati potrebbero magari decidere di vedere più incontri. Insomma, se inizi alle 20,30, alle 23 puoi già essere a casa e magari a quel match ci vai anche se il giorno dopo devi lavorare. E poi vediamo come sarà l'eliminazione diretta». La seconda giornata proseguirà sabato; alle 16,30 a San Benedetto Belbo con Tealdo Scotta Alta Langa e Torfit Langhe e Roero Canalese, poi alle 20,30 a Dogliani, con Barbero Virtus Langhe-Robino Trattori Augusto Manzo; a Spigno, per Araldica Pro Spigno-Marchisio Nocciole Cortemilia, ed infine Dolcedo con Olio Roi Imperiese-Acqua San Bernardo Ubi Banca Cuneo.

 

Dona al sito Tambass.org
E dai, offrimi un calice di vino!
Siate generosi, per favore

Meteo

giweather joomla module

Login

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Cookie Policy Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui Cookies e su come disabilitarli, potete visitare la nostra pagina di privacy policy.

  Accetto i Cookie da parte di questo sito.