Campagno ha raggiunto l'eterno rivale Vacchetto nella finale per il titolo

Ieri a Santo Stefano Belbo Campagno ha battuto Raviola per 11-5

Pronostici rispettati negli spareggi delle semifinali della serie A di pallapugno-«Trofeo Banca d'Alba-Moscone». Saranno Massimo Vacchetto (Araldica Castagnole) e Bruno Campagno (Torfit Canalese), gli eterni duellanti divisi da una robusta rivalità, a contendersi lo scudetto. Vacchetto l'ha già vinto quattro volte, Campagno «solo» tre; l'obiettivo del primo è salire a quota 5 e avvicinarsi ai grandissimi; il secondo vuole invece raggiungere nell'albo d'oro proprio Vacchetto (oltre a Fuseri, Ricca, Aicardi, Sciorella, Corino e Danna).
A Dogliani
Nel primo spareggio Vacchetto ha «strapazzato» la rivelazione Cristian Gatto (Marchisio Nocciole Egea), con un pesantissimo 11-1. Gara senza storia, nella quale il vincitore ha messo in campo tutta la voglia di dimenticare il passo falso di Cortemilia nella semifinale di ritorno. Gatto ha conquistato il primo gioco, poi è stato sovrastato dal rivale che non gli ha concesso nulla e ha chiuso l'incontro in un'ora e mezza. «Non penso che il divario tra le due squadre sia quello evidenziato dal punteggio - ha commentato Vacchetto -. Noi abbiamo giocato tutti molto bene, ma anche i nostri avversari hanno fatto vedere colpi e il pubblico penso di sia divertito. Siamo contenti, raggiunto l'obiettivo».
Propositi battaglieri per il castagnolese che scriverà un altro capitolo della storia infinita con ampagno. Una sfida appassionante da quest'anno al meglio dei 5 incontri.
A Santo Stefano Belbo
Campagno ha affrontato Raviola (Acqua S. Bernardo Spumanti Bosca Cuneo) nel secondo spareggio e ha vinto per 11-5 un incontro combattuto nella prima parte e dominato nella seconda. Inizio all'insegna dell'equilibrio. Campagno ha conquistato i primi 2 giochi, Raviola l'ha bloccato ottenendo il primo punto zero e poi pareggiando a quota 2. Squadre appaiate ancora sul 3-3 poi Campagno è andato in fuga: è arrivato sul 5-3, ma l'irriducibile Raviola si è nuovamente avvicinato (5-4).
Prima del riposo, però, Bruno Campagno, aggiudicandosi il decimo gioco alla caccia unica, si è ripreso i 2 punti di margine (6-4), ricacciando indietro, almeno temporaneamente, Raviola. Dopo l'interruzione un gioco per parte (7-5), poi Campagno ha iniziato la cavalcata vincente: è salito a 8, ottenendo il margine di vantaggio più ampio dall'inizio del match.
Dopo una sosta per farsi massaggiare (probabili crampi) Raviola, in vantaggio 40-30 nel quattodicesimo gioco, si è fatto raggiungere e ha perso il punto alla caccia unica. Con Campagno a 9 la squadra di Cuneo ha accusato il colpo ed è appparsa demoralizzata e svuotata di energie. Ancora qualche scambio sempre a favore dei canalesi, poi Campagno, Amoretti, Boffa ed El Kara hanno potuto festeggiare l'ingresso in finale. Vistosa la resa di Cuneo: nell'ultimo gioco tre falli consecutivi e un'intra di Campagno hanno sancito la superiorità dei vincitori. Sabato alle 14,30 primo incontro di finale a Castagnole Lanze. 

 

Pallapugno: a Santo Stefano Belbo
il gran finale del Centro Tecnico Federale 

 

 

Lo sferisterio Augusto Manzo di Santo Stefano Belbo ha ospitato la fase conclusiva e le premiazioni del CTF 2.019, il polo d’eccellenza promosso dalla Fipap per la formazione tecnico-sportiva dei giovani atleti, con il sostegno della Fondazione CRC e della Siscom di Cervere, tra le più importanti software-house a livello nazionale nella progettazione e nello sviluppo di soluzione informatiche per i Comuni e le aziende
Alessandro Vacchetto, capitano dell’Araldica Castagnole Lanze, ha vinto il secondo talent del balon ed è stato premiato come il miglior battitore e giocatore della categoria esordienti 2019 secondo la valutazione dei cinque giudici: Roberto Corino, Giuliano Bellanti, Domenico Raimondo, Flavio Dotta e Lorenzo Terreno.
Premiati anche i vincitori degli altri ruoli: il centrale Gabriele Bianco del Monastero Dronero, Eros Cordero della Canalese tra i terzini a muro e Gioele Barberis del Murialdo tra i terzini laterali. In finale se la sono vista con il battitore Cristian Tafani della Pro Paschese, il centrale Francesco Dotta della Pro Spigno, il terzino a muro Luca Fenoglio del Cortemilia e il terzino laterale Filippo Aime della Subalcuneo.
I premi sono stati consegnati dal vicepresidente vicario della Fipap, Fabrizio Cocino, dal vicepresidente e dal consigliere della Fondazione CRC, Ezio Raviola ed Elda Lombardi, dal vicesindaco vicario di Santo Stefano Belbo, Laura Capra, dall’assessore regionale alla Sanità, Luigi Icardi, e dal direttore dell’Atl Langhe Monferrato Roero, Mauro Carbone.

 

Pallapugno: Araldica Castagnole Lanze e Torfit Langhe e Roero Canalese in finale di Serie A Banca d'Alba-Moscone

 

Serie A Banca d’Alba-Moscone - Spareggi semifinale
Araldica Castagnole Lanze-Marchisio Nocciole Egea Cortemilia 11-1
Torfit Langhe e Roero Canalese-Acqua S.Bernardo Spumanti Bosca Cuneo 11-5
Araldica Castagnole Lanze e Torfit Langhe e Roero Canalese in finale

Serie A Banca d’Alba-Moscone - Prima partita di finale
Sabato 12 ottobre ore 14.30 a Castagnole delle Lanze:
Araldica Castagnole Lanze-Torfit Langhe e Reoro Canalese

 

Pallapugno: le semifinali di Serie B

 

Serie B - Spareggio semifinale
Acqua S.Bernardo San Biagio-Morando Neivese 11-10
Serie B - Ritorno semifinale
Osella Surrauto Monticellese-Taggese 11-6
Acqua S.Bernardo San Biagio e Osella Surrauto Monticellese in finale

Serie B - Andata finale
Domenica 13 ottobre ore 15.30 a San Biagio Mondovì:
Acqua S.Bernardo San Biagio-Osella Surrauto Monticellese

Dona al sito Tambass.org
E dai, offrimi un calice di vino!
Siate generosi, per favore

Meteo

giweather joomla module

Login

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Cookie Policy Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui Cookies e su come disabilitarli, potete visitare la nostra pagina di privacy policy.

  Accetto i Cookie da parte di questo sito.