Vince Max Vacchetto. Ma il balon scopre un nuovo talento

Cristian Gatto di Cortemilia si conferma rivelazione

Il mondo della pallapugno ha trovato un campione. Il cortemiliese Cristian Gatto (Marchisio Nocciole Egea), al primo anno in serie A, sta «bruciando» le tappe e regge con grande disinvoltura il passo di atleti pluriscudettati. A Cortemilia, di fronte ad un pubblico molto numeroso, che ha risposto in massa al richiamo dell'evento, nella prima giornata di ritorno della serie A di pallapugno Trofeo Banca d'Alba-Moscone», ha affrontato Massimo Vacchetto (Araldica Castagnole) il più titolato battitore del campionato e leader della classifica. Quest'ultimo ha vinto, ma solo dopo tre ore di «battaglia sportiva»
L'andamento del match
La gara rinviata lunedì scorso per un violento temporale ha scatenato l'entusiasmo degli spettatori. Eppure l'inizio era stato a senso unico: Max Vacchetto concentratissimo, stimolato anche dalla voglia di riscattare il fratello Paolo sconfitto nel turno precedente da Gatto, in poche battute si è portato a condurre per 4-0. Partita apparentemente decisa e squadra di casa in evidente difficoltà. Un provvidenziale time-out, però, ha ribaltato l'esito dell'incontro. Gatto ha rotto il ghiacco (5-1), poi ha insistito, avvicinandosi al rivale e chiudendo al riposo ancora in svanaggio, ma per 6-4. Non era finita: subito dopo la pausa, Gatto ha conquistato 2 giochi per il 6-6 che ha riaperto completamente l'incontro. Scambi prolungati, palloni «pesanti», ma anche qualche errore che aumentavano l'emozione dell'incontro. Tanti giochi sul 40 pari e conferma di un equilibrio infinito. Dopo il pareggio Vacchetto è ripartito (7-6), è stato ripreso (7-7), è andato ancora in fuga (9-7) per quella che sembrava la volata decisiva: Gatto ha ancora recuperato (9-8 per Max Vacchetto), mancando di poco l'aggancio, poi ancora un punto per parte (10-9) quindi Vacchetto è arrivato a 11 e ha chiuso un incontro forse più difficile del previsto. In classifica ha consolidato il primo posto a quota 20; Gatto è a 11. 
«È stata una garaa molto dura - ha detto Max Vacchetto -; siamo partiti bene poi abbiamo vanificato il vantaggio con qualche errore di sufficienza. I nostri avversari sono rimasti in partita e noi abbiamo subìto un po' troppo».
«Abbiamo giocato una bellissima partita sia noi che loro - ha replicato Cristian Gatto -; siamo andati 9-10, 40 pari: in quei momenti ci vuole anche un po' di fortuna. Sono soddisfatto di avere disputato una partita così contro Vacchetto». 

Serie A Banca d'Alba-Moscone Play off - Prima ritorno
Marchisio Nocciole Egea Cortemilia-Araldica Castagnole 9-11
Acqua S.Bernardo Spumanti Bosca Cuneo-Torfit Langhe e Roero Canalese 3-11
Riposa: Araldica Pro Spigno

L'Araldica Castagnole Lanze e la Torfit Langhe e Roero Canalese tentano la fuga in testa alla classifica dei play off della Serie A Banca d'Alba-Moscone.
La quadretta astigiana di Massimo Vacchetto, dopo la prima giornata di ritorno, consolida il primo posto, espugnando lo sferisterio di Cortemilia e superando 9-11 la Marchisio Nocciole Egea Cortemilia di Cristian Gatto. 
Resta in seconda posizione, a due lunghezze dalla capolista, la formazione roerina di Bruno Campagno, grazie al successo per 3-11 in casa dell'Acqua S.Bernardo Spumanti Bosca Cuneo di Federico Raviola. Turno di riposo per l'Araldica Pro Spigno di Paolo Vacchetto.
La classifica: Araldica Castagnole Lanze 20, Torfit Langhe e Roero Canalese 18, Acqua S.Bernardo Spumanti Bosca Cuneo 14, Araldica Pro Spigno 13, Marchisio Nocciole Egea Cortemilia 11.

CALENDARIO e CLASSIFICA

Dona al sito Tambass.org
E dai, offrimi un calice di vino!
Siate generosi, per favore

Meteo

giweather joomla module

Login

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Cookie Policy Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui Cookies e su come disabilitarli, potete visitare la nostra pagina di privacy policy.

  Accetto i Cookie da parte di questo sito.