Nella rincorsa ai playoff scudetto. Max Vacchetto sfida Raviola

(PAOLO CORNERO/UFFICIO STAMPA SUBALCUNEO) - All’andata il cuneese Federico Raviola aveva perso per 11-8, poi ha iniziato un ciclo favorevole

Il capitano di Castagnole o l’avversario cuneese possono rimontare posizioni in classifica. La rivelazione Torino ha agganciato i migliori

É iniziata in tono minore la quinta giornata di ritorno del campionato di serie A di pallapugno «Trofeo Banca d’Alba-Moscone» che invece riserva nel finale gli scontri più prestigiosi.
A Dolcedo la Olio Roi ha dovuto fare ancora i conti con l’infortunio di Enrico Parussa che ha già usufruito di due dei tre forfait medici a disposizione (perdita della gara per 11-0 senza penalizzazione in classifica) e per due volte ha schierato una formazione priva del capitano. Il calendario prevedeva il confronto contro Gilberto Torino (Robino Trattori) il quale ha approfittato della situazione per imporsi per 11-2. Nella formazione ligure ha battuto Ascheri, ma non ha potuto fare molto. Con il punto di Dolcedo, Torino sale a quota 7 in classifica, aggancia Max Vacchetto, Raviola e Gatto e rende «incandescente» la lotta per la qualificazione ai playoff (ai quali partecipano i primi cinque della «regular season»). Parussa dovrebbe rientrare tra uno o due turni. 
Nella «coda» della quinta di ritorno gli incontri presumibilmente più combattuti e spettacolari. Stasera alle 21, nello sferisterio «Remo Gianuzzi» di Castagnole, Max Vacchetto (Araldica) riceve il campione d’Italia Federico Raviola (Acqua S. Bernardo Spumanti Bosca) nel match più titolato del turno (in campo 5 scudetti complessivi). Gara importante, senza pronostico, che richiamerà un grande pubblico. La squadra che vincerà stasera opererà il sorpasso in classifica collocandosi in posizione ottimale per piazzare il «blitz »finale. Le due squadre hanno alternato buone prestazioni a cadute impreviste. Max, dopo avere battuto il fratello Paolo in un «duello rusticano», è inciampato in un ostacolo apparentemente meno impegnativo: ha perso con Dutto, un avversario che non avrebbe dovuto impensierirlo. Raviola invece ha concentrato nella fase iniziale tutti i suoi guai (cinque sconfitte in sette incontri), ma poi non si è più fermato. I due per le loro caratteristiche tecniche sono in grado di offrire uno spettacolo d’alto livello. All’andata (era ancora il periodo «nero» di Raviola) vinse Vacchetto per 11-8. 

Domani al «Mermet»
Ottime credenziali anche per l’ultimo incontro della giornata: domani, alle 20,30, al Mermet di Alba, Bruno Campagno (Torfit Langhe e Roero) riceverà Paolo Vacchetto (Araldica Pro Spigno) con il quale si gioca il primo posto. I due sono in testa appaiati con 8 punti.

Serie A Banca d'Alba-Moscone - Quinta ritorno
Alusic Acqua S.Bernardo Merlese-Marchisio Nocciole Egea Cortemilia 10-11

Dona al sito Tambass.org
E dai, offrimi un calice di vino!
Siate generosi, per favore

Meteo

giweather joomla module

Login

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Cookie Policy Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui Cookies e su come disabilitarli, potete visitare la nostra pagina di privacy policy.

  Accetto i Cookie da parte di questo sito.