La serie A e B open parla (anche) piemontese

Luca Marchidan, il predestinato.

Mario Spazzini, patron del Solferino, dice di lui: “un ragazzo molto dotato oltre ad essere educato ed umile.  Senza dubbio diventerà un campione”.

Sono 5 i top player da esportazione chiamati a difendere i colori piemontesi nella serie A di tamburello open al via domenica 22 marzo. Trentesima stagione nella massima serie per Giorgio Cavagna, bancario  classe 1972 della Perrona di Calliano  inarrivabile terzino  con il record di titoli: 19 scudetti, 23 Coppe Italia, 15 Supercoppe e 13 Coppe Europa conquistati nei migliori club da Castelferro a Callianetto per finire a Castellaro e Cavaion. Pronto per la nuova sfida a Solferino dove ritrova Manuel Beltrami e Yohan Pierron per scucire il titolo al Castellaro puntando su di una partenza sprint viste le dinamiche di calendario con la squadra dei Festi in trasferta per cinque giornate consecutive nel girone d'andata.

Con loro il campione della next generation Luca Marchidan 19enne di Piea un predestinato  e bell’esempio di integrazione, dedizione e talento. Primo maestro Andrea Germano nelle giovanili del Piea a  cui segue  la crescita nei due anni di C ed uno di B a Cerrina con le cure sapienti di Aristide Cassullo. Nel 2019 il grande salto nella massima serie con la corazzata Cavaion con al timone Stefania Mogliotti dove conquista la Supercoppa e Coppa Europa contendendo fino alla fine scudetto e Coppa Italia al Castellaro. Entusiasta di averlo in squadra il patron del Solferino Mario Spazzini “un ragazzo molto dotato oltre ad essere educato ed umile.  Senza dubbio diventerà un campione”.

In uscita da Solferino l'altro pieese Davide Gozzelino che sposa insieme l'allenatrice cerrese Stefania Mogliotti il progetto Arcene cresciuto vorticosamente dopo il ripescaggio in A causa il forfait del Cerrina con un brillante quarto posto. Con i confermati fratelli Bertagna la squadra bergamasca ha le carte in regola insieme al Sommacampagna di Federico Merighi e Gabriele Weber di insidiare le mantovane. A 25 anni è già considerato un giocatore completo ed esperto insomma una garanzia.

Se il Solferino lotterà per il vertice la trentina Sabbionara punta di essere a ridosso delle prime con l’innesto di Franco Zeni e la quinta stagione consecutiva per i fondocampisti Riccardo Bonando e Andrea Belluardo. Riccardo Bonando, 33 anni di Villamiroglio, oltre ad essere abile trifolau è molto legato alla valorizzazione del territorio in ambito culturale e sportivo sia come presidente della pro loco di Gabiano e sia come consigliere federale delegato al torneo a muro. Inseparabile compagno di viaggio il callianese Andrea Belluardo classe 1991 collaboratore nell’affermato studio di commercialista di famiglia.

Giocano in casa i fortunati astigiani inseriti nell’unica formazione piemontese partecipante l’ovadese Cremolino al 15esimo anno di fila nell’élite. Spogliatoio ricompattato sotto la guida di Mauro Bavazzano a dare fiducia ai confermati Daniele Ferrero, Alessio Basso e Nicolas Accomasso. Grandi ritorni dopo le semifinali a muro per Ivan Briola e Paolo Baggio. Grandi aspettative sui giovani gioielli in arrivo dal superlativo campionato del Chiusano Francesco Tanino e Filippo Martinetto.

Sono quattro i piemontesi viaggianti in cadetteria equamente divisi in due società. Fortemente voluti da Sandro Fanzaga nella favoritissima Cavriana chiamata al triplete il 35enne fondocampista Luca Merlone, assicuratore di Montechiaro, dopo memorabili annate a Cremolino tornato a mietere consensi nel mantovano assieme al terzino di Rocca Grimalda Saverio Bottero, 42 anni e tanta esperienza da jolly nei grandi club.

Punta sui giovani Ennio Cisana patron dell’orobica Bonate Sopra, dopo la felice intuizione di Federico Tanino raddoppia con Umberto Pastrone, entrambi con trascorsi nel Rilate. Proprio il team di Beppe Bonanate di stanza nella rassicurante Chiusano a parte l’ultima giornata il 5 settembre al Nazario Tirico di Montechiaro proprio contro gli ex. Il Chiusano Rilate assieme al professor Andrea Petroselli punta alla maturazione dei giovani talenti Michele e Filippo Cataldo, Daniel Dellavalle, Andrea Pero e Mattia Zanotto.

Dona al sito Tambass.org
E dai, offrimi un calice di vino!
Siate generosi, per favore

Meteo

giweather joomla module

Login

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Cookie Policy Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui Cookies e su come disabilitarli, potete visitare la nostra pagina di privacy policy.

  Accetto i Cookie da parte di questo sito.