Il Rilate Chiusano si prepara alla serie B

IL RILATE MONTECHIARO ESTROMESSO DALLE FINALI SCUDETTO DI SERIE C E' STATO RIPESCATO IN B DOPO IL FORFAIT DEL NOARNA

Dopo oltre 10 anni l'idea fondativa del Rilate di Beppe Bonanate di società intercomunale della Val Rilate da utopia è diventata necessità in un mondo dove tutto si unisce a cominciare dai servizi comunali fino all'organizzazione dei grandi eventi visto il fiato corto del campanilismo. Con il calo dei praticanti e la crisi della disciplina l'intuizione di Bonanate che in Val Rilate ci possa essere solo una squadra attrezzata per affrontare con efficacia e solidità i campionati nazionali si è realizzata grazie all'intesa col Chiusano (rinunciataria alla serie A) e in futuro estendibile a realtà come Cinaglio, Piea e Settime senza togliere ai singoli paesi l'attività giovanile e le serie minori (lo stesso Chiusano ripartirà dalla D con Paolo Cardona e Lorenzo Petrini). Valore primario la crescita dei giovani che aspirano a qualcosa di più della serie C dandogli un'alternativa ad emigrare in società del nordest o passare al muro.

Con il Chiusano si sono capiti al volo tanto che il nuovo progetto Rilate Chiusano sarà diretto da Riccardo Dellavalle e Sandrine Nicole ed avrà come terreno di gioco il molto casalingo Renato Gerbo di Chiusano, orfano della massima serie dove ha fatto il record di presenze di pubblico in stagione. Disponibilità pure alle notturne mentre al Nazario Tirico di Montechiaro ci potrebbe essere una gara di campionato a settembre come partita della festa oltre alle qualificazioni di Coppa Italia.

Hanno aderito al progetto in primis Andrea Petroselli a far da chioccia con Riccardo Dellavalle ai giovani desiderosi di emergere come Michele e Filippo Cataldo, Daniel Dellavalle, Mattia Zanotto, Andrea Pero.

Le squadre che faranno più cassetta saranno quelle composte da ex: dalla favoritissima Cavrianese di Luca Merlone, il Bonate Sopra di Federico Tanino e Umberto Pastrone, il Bardolino di Andrea Marcazzan, il Ciserano di Walter Derada ed il Cereta di Massimo Teli e Nicola Zandonà i cui destini si sono spesso incrociati con i chiusanesi.

Il diesse Marino Gherlone è convinto della bontà del progetto in cui non mancheranno le soddisfazioni anche se banditi i proclami e l'obiettivo rimane la salvezza (fallita dal Rilate nelle due precedenti partecipazioni) visto l'alta percentuale di ragazzi privi di esperienza nelle serie nazionali. L'assenza di squadre trentine riduce le spese di trasferta.

 

Dona al sito Tambass.org
E dai, offrimi un calice di vino!
Siate generosi, per favore

Meteo

giweather joomla module

Login

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Cookie Policy Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui Cookies e su come disabilitarli, potete visitare la nostra pagina di privacy policy.

  Accetto i Cookie da parte di questo sito.