Prima la paura, poi la gioia: il Castellaro agguanta la finale

Prima la paura, poi la gioia: il Castellaro agguanta la finale

Missione compiuta, anche se non è stato facile. Il numeroso pubblico presente sugli spalti, alzando lo sguardo e leggendo il tabellone recitare nel primo set ‘4-2 e 40 pari’ in favore dell'Arcene, ha avuto difficoltà a credere ai propri occhi. Nella prima delle semifinali di Coppa Italia di serie maschile in corso tra le colline di Castellaro, Cavriana e Guidizzolo, i padroni di casa sono protagonisti di un avvio shock ricco di errori e difficoltà, alimentando così l’esuberanza giovanile del trio di fondo avversario composto da Gabriele Weber e dai virgiliani Lorenzo ed Enrico Bertagna. Simbolo di questo avvio a singhiozzo è Alessandro Merighi, giovane fondocampista normalmente preciso e regolare negli scambi, il quale compie sette falli nei primi sei giochi dell’incontro. Un’enormità. Poi Luca Festi decide che è tempo di suonare la carica. La squadra guadagna fiducia e gradualmente prende in mano le redini dello scambio. I ragazzi diretti da Luca Baldini trovano la quadratura del cerchio, aggiudicandosi il sopra citato 40 pari decisivo e ingranando la proverbiale marcia in più portandosi sul 6-4, 5-1. L'ultimo estremo tentativo di rimonta da parte dei giovani ospiti serve solo ad arrotondare il punteggio. Un grande plauso all’Arcene, ma finale meritata per il Castellaro: "Vuoi per il palcoscenico della Coppa Italia, vuoi per la gara di sera, abbiamo inizialmente fatto fatica ad esprimere il nostro gioco - spiega il presidente Arturo Danieli - Poi nel momento del bisogno Luca Festi, da grande campione, ha interpretato la situazione al meglio e ha trascinato tutta la squadra. Molto bene anche i terzini davanti e Luca Baldini in panchina, bravo a non perdere la calma quando sembrava che la partita potesse sfuggirci di mano". La finalissima di mercoledì 14 a Guidizzolo, ore 21, assegnerà la 40esima Coppa Italia della storia. Di fronte le due corazzate che negli ultimi anni si sono date battaglia: Castellaro e Cavaion, che ieri sera ha superato il Solferino 6-5, 6-5 in un match a dir poco combattuto. 

Stasera a Cavriana, sempre alle 21, andrà in scena la finale di serie B uomini. Il Castelli Calepio, dopo la delusione inflitta al Castiglione di Mario Margoni, si giocherà il titolo con i veronesi del Bardolino.

Dona al sito Tambass.org
E dai, offrimi un calice di vino!
Siate generosi, per favore

Meteo

giweather joomla module

Login

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Cookie Policy Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui Cookies e su come disabilitarli, potete visitare la nostra pagina di privacy policy.

  Accetto i Cookie da parte di questo sito.