Casa Paletti ha scalato la vetta del “Muro”

La squadra di Casa Paletti ha riportato Tonco in vetta.

Passa a Montemagno e riporta Tonco sul trono del torneo. Grazzano e Vignale inseguono a due lunghezze

Casa Paletti è la nuova reginetta della serie A del tambass. La squadra di coach Redoglia porta Tonco sul trono come quando lui era in campo da giocatore e lo fa a discapito del Grazzano, spettatore domenica ma suo prossimo rivale. Sorpasso determinato dal successo pesante colto sulla piazza di Montemagno (19-15) nel match più atteso della penultima d’andata che registra sugli altri campi solo vittorie interne. Bene il Montechiaro che si impone sul Calliano (19-11) mentre il Vignale al «Porro» non si distrae col Rilate (19-8) che si ritrova “fanalino” complice l’affermazione del Moncalvo su Castell’Alfero (19-7). Pertanto alla vigilia dell’ultima d’andata la graduatoria vede: Casa Paletti Tonco (12 punti); Grazzano e Vignale (10); Montechiaro (8); Montemagno e Calliano (7); Castell’Alfero e Moncalvo (4); Rilate (2). Nell’ultima giornata sarà a riposo il Rilate. Nella “fossa” aleramica la gara più veloce e senza storia con Forno e soci bravi a regalarsi la seconda gioia consecutiva a spese del gruppo di coach Demaria, lontano parente della squadra rivelazione della passata stagione. Chi non è sorpresa ma sorprendente nel ruolino di marcia è il Vignale che ha infilato la quinta affermazione consecutiva che ha consentivo ai ragazzi di Francia di risalire dall’ultimo al terzo posto, agganciato il Grazzano ed a due soli punti dalla testa. Ultimo successo facile da pronosticare e non difficile da portare in porto per Volpe e compagni al cospetto del Rilate, sofferente soprattutto in trasferta. Fattore campo saltato a Montemagno che non supera il secondo ravvicinato esame ed anzi perde l’inviolabilità di piazza Umberto I al cospetto di Casa Paletti scopertosi forte anche lontano dal «Beretta». Il match più atteso come dimostrato dai duecento spettatori presenti. Botteon e soci sono avanti al primo trampolino (2-1) ma al quarto sono doppiati (8-4) ed al settimo vedono delinearsi la sconfitta (15-6). Eloquente la progressione attuata da Briola (ormai calatosi al meglio nella realtà dei bastioni) coi compagni Gerbi e Ulla autori di un parziale di 14-4. Al tecnico Costanzo non è stato sufficiente far ruotare i giocatori nei ruoli per invertire il trend negativo anche se ha con un parziale di 9-3 è riuscito a ridare speranza (18-15) ai suoi che però erano costretti alla resa dopo 165 minuti di scambi. La classifica al momento penalizza Montemagno anche se la zona play off è distante solo un punto. Infine a Montechiaro non si passa anche se il Calliano è stato quello che meglio si è espresso sulla piazza. Lo ammette capitan Tirone: «abbiamo giocato bene ed il punteggio non rende merito al gioco dei rivali, i più pericolosi finora incrociati quest’anno sul nostro campo». «Sul 14-10 abbiamo girato 16-11 e loro si sono un po’ seduti. Questa la svolta dell’incrocio fino ad allora incerto con tanti 40 pari» aggiunge Alessio Monzeglio. «Se avessimo ripetuto la bella prova offerta a Grazzano nei due successivi impegni non ci ritroveremmo a commentare due sconfitte, che speriamo non compromettano la corsa verso le semifinali» replica il sindaco e dirigente Paolo Belluardo.

 

Dona al sito Tambass.org
E dai, offrimi un calice di vino!
Siate generosi, per favore

Meteo

giweather joomla module

Login

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Cookie Policy Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui Cookies e su come disabilitarli, potete visitare la nostra pagina di privacy policy.

  Accetto i Cookie da parte di questo sito.