9 memorial Angelo e Beppe Tirone e Nazario Tirico a Montechiaro d'Asti

foto di gruppo a Montechiaro d'Asti

In occasione del 9 memorial  del tambass, organizzato  dalla Pro Loco Montechiaro, dall'ASD Rilate, dalle famiglie Panzini Tirico e Tirone: il  cuore pulsante del nostro territorio,  ricordando Angelo e Beppe Tirone e Nazario Tirico, la forza agonistica ed organizzativa del nostro recente passato, si sono ritrovati sullo sferisterio a muro molti  fedelissimi, un momento di crescita sociale per il paese.

Il memorial è un format  del tambass che pone al centro, oltre a dei quintetti affermati, una ribalta di primi applausi per  giovani leve, Montechiaro, una fucina per grandi campioni che in passato ha saputo valorizzare, sotto gli occhi vigili ed attenti di "nonno" Giovanni Panzini, il nostro seminatore d'oro di talenti suddivisi in due squadre con i colori del nostro Comune:

bianchi: Nicolò Mozzato, Matteo Lazzaretti,  Francesco e Marcello Tirico,  Edoardo Panzini e  Marco Ravizza

celesti: Andrei Agiu, Emanuele Casarin, Leonardo Gallafrio,  Jurgen Lami e Matteo Nervi

E' stato un pomeriggio di festa,  ad incominciare dalle  radici del nostro futuro  under 12,  ma con energie da vendere e colpi da veri professionisti, valorizzare il nostro vivaio, il vero fiore all'occhiello della pro loco, infatti questi giovani sperimentano la vittoria, la sconfitta e l'impegno agonistico, condividendoli con altri coetanei, contribuendo fin da giovani a controllare le loro emozioni e la capacità "del fare" dei nostri atleti in erba, rendendoli protagonisti e consapevoli delle varie fasi del gioco.

il clou del pomeriggio erano le squadre a muro, in passerella, già rinnovate come titolava la locandina di presentazione dell'evento per il 2022, un'anteprima del prossimo torneo a muro del monferrato: Pro Loco Montechiaro  e  ASD Rilate - Calliano.

Per la cronaca ha vinto l'ASD Rilate- Calliano 19 a 8.

Durante le premiazioni, coordinate da Beppe Bonanate, il presidente della pro loco Luca Marcanzin, ha ricordato l'impegno di  Ugo Mensio recentemente scomparso, dirigente della squadra,  una targa in memoria dell'arbitro Rocco Curcio, ritirata dal figlio Sandro, targhe alla terna arbitrale: Macchia Mario, Gazzetta Angelo e Garetto Sergio. Una medaglia alle giovani promesse del tambass e naturalmente coppe ai vincitori e vinti. Presente alla premiazione anche il presidente provinciale FIPT Mimmo Basso che ha ricordato Angelo, Beppe e Nazario.

In chiusura, non si può non parlate della vittoria  della Supercoppa, unico trofeo conquistato  da una squadra  astigiana, un paese in festa, anche la vetrina della  Pasticceria Mark, in sintonia con l'evento sportivo ricordando Pinin, con i suoi preziosi cimeli. Pinin è stato  valente giocatore degli anni 50/60,  tra i pionieri della prima ora, nell'inverno del  1964/65 a gettare le basi con altri rappresentanti di paesi, forti anche delle rivalità campanilistiche, per dar vita al  torneo del tambass del Monferrato suscitando nuovi entusiasmi ed aspettative.

Arrivederci al prossimo anno per il decennale.

Dona al sito Tambass.org
E dai, offrimi un calice di vino!
Siate generosi, per favore

Meteo

giweather joomla module

Login

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Cookie Policy Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui Cookies e su come disabilitarli, potete visitare la nostra pagina di privacy policy.

  Accetto i Cookie da parte di questo sito.