Rebus Montemagno

ANDREA COSTANZO tecnico del Montemagno: "A queste condizioni potremmo alzare bandiera bianca"
il  fondocampista Luca "Toro" Lorenzin neo acquisto del Montemagno(foto di Sergio Miglietta)
Quello pasquale sarebbe stato il fine settimana che teneva a battesimo la serie A dei bastioni. Ma come già accadde un anno fa sarà silenzio su piazze e sferisteri. Per ora il campo racconta di sole amichevoli nel massimo torneo del tamburello a muro, peraltro tutte off limits al pubblico. Questa sarà anche la settimana che porterà a conoscere chi risponderà presente alla serie A 2020, con conferma entro domenica 11 aprile. Se a Grazzano Badoglio si è positivi e possibilisti, l'altra ultima finalista scudetto (era il 2019) ovvero Montemagno non pare esserlo altrettanto. «Da sempre stiamo lavorando come se si dovesse partire. Pronti per essere in campo, ma con queste condizioni potremmo alzare bandiera bianca. E sarebbe assolutamente a malincuore e non per mancanza di volontà o passione» interviene Andrea Costanzo, tecnico e dirigente della società. «Come gruppo squadra abbiamo iniziato la preparazione fin da gennaio e proseguiamo allenamenti ed anche amichevoli, ogni sabato. Ma se fino ad un mese fa potevo essere più ottimista nel dare avvio al campionato, dopo la pubblicazione del Protocollo lo sono assai meno. Proprio per questo ci stiamo confrontando in società dove le risorse organizzative ed umane, mettendo anche in secondo piano l'aspetto economico, non paiono sufficienti. Se nulla cambierà difficilmente l'11 aprile il Montemagno darà la propria adesione» ammette Costanzo. «Aderire o meno non deve però far credere che l'amore e la passione per il tamburello a Montemagno vengano meno. Semplicemente siamo realisti e consapevoli che non riusciremo ad adempiere ai dettami del protocollo come è assolutamete doveroso rispettare» conclude il tecnico biancorosso. Montemagno che è reduce dal test sulla spianata di Calliano, dove non ha però girato il tabellone. Calliano che quest'anno dopo aver perso per ritiro Edoardo Biletta al suo posto ha inserito Federico Monferrino. Per la squadra ospite nuova prova in trasferta, a distanza di sette giorni da quella al «Porro» di Vignale. Proprio la formazione alessandrina si conferma tra le più attive in questa fase di preparazione sostenendo il terzo test negli ultimi quindici giorni sulla piazza di Montechiaro. Nella capitale della Val Rilate il tabellone ha girato e anche parecchio come dimostra il punteggio finale di 19-11 che ha premiato i gli ospiti contro un quintetto di fatto alla prima uscita stagionale. Una gara più combattuta di quanto dica il punteggio, avendo visto gli alessandrini vinto quasi tutti i giochi decisi sul 40 pari. Grande sicurezza della coppia di fondocampisti composta da Samuel Valle e Simone Maschio che hanno contrastato la potenza di Davide Tirone e Manuele Tirico con una maggior precisione e varietà di colpi, soprattutto nei games decisivi. In crescita anche la prova offerta dalla coppia avanzata ospite Mirko Monzeglio e Davide Tibaldero, con più discontinuo il fratello Luca nel ruolo di mezzovolo a cui va il merito di aver chiuso tutti i punti decisivi con colpi strappa applausi.
 

Dona al sito Tambass.org
E dai, offrimi un calice di vino!
Siate generosi, per favore

Meteo

giweather joomla module

Login

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Cookie Policy Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui Cookies e su come disabilitarli, potete visitare la nostra pagina di privacy policy.

  Accetto i Cookie da parte di questo sito.