Tra Montechiaro e Grazzano c'è già voglia di campionato

La formazione del Montechiaro che ha affrontato i campioni del Grazzano.
 
tambass: primo test stagionale anche per Moncalvo e Castell’Alfero.

I biancocelesti battuti 19-15 dopo oltre tre ore dai Tricolori di capitan Fracchia.

Montechiaro - Grazzano prima di essere un big-match della prossima serie A dei bastioni domenica è stata un'interessante amichevole. Test "segreto ed anonimo" ma in grado di richiamare comunque sulla piazza del Mercato un buon numero di spettatori curiosi di vedere in azione i padroni di casa dopo la preparazione con tanto di dieta che ha alleggerito, ma solo alla bilancia, il fondocampo con capitan Tirone e Tirico.
Presente anche il tabellone che alla fine ha premiato gli ospiti e campioni in carica del Grazzano (19-15). «Partita bella ed avvincente che è durata oltre tre ore. Risultato a parte, siamo soddisfatti essendo la nostra prima amichevole a ranghi completi che disputavamo sul muro di casa» commenta Davide Tirone, lamentando la difficoltà del controllo di palline che, complice le temperature non alte "scherzavano" parecchio. A fare la differenza è stato il bruciante avvio di Fracchia e compagni (subito 8-1) a cui il Montechiaro ha progressivamente risposto (girando 10-5 e 7-15, con minimo ritardo sul 15-18). Per il Grazzano si tratta di un nuovo test dopo quelli già disputati, nei precedenti fine settimana, tra cui quello doppio con il Vignale di Samuel Valle. L'amichevole a Montechiaro segue di sette giorni quella disputata al "Gerbo" di Chiusano contro i "cugini" del Rilate prossimi al debutto nella serie B open. Un match in cui i giocatori del "muro" si sono difesi anche se perso entrambi i set con un doppio 6-3. «Ci stiamo allenando tanto e bene. Il gruppo è già affiatato tanto che ogni giovedì lasciamo i tamburelli nei borsoni e ci sfidiamo a calcetto: tifosi juventini contro il resto. Merito della simpatia di Stefano Panzini che rende la squadra compatta e unita» commentano i biancocelesti.
Altro test "non ufficiale" si è disputato sabato anche nella "fossa dei leoni" di Moncalvo. Se a Montechiaro il confronto è stato tra due di quelle che sono da più parti indicate come le potenziali pretendenti al titolo, sulla terra aleramica invece è stato scontro diretto tra due delle possibili outsider della prossima serie A, ovvero gli aleramici ed il Castell'Alfero. I secondi si sono presentati privi di Emanuele La Rosa ma anche delle mascherine con cui si erano fatti fotografare nella "bombonera", in occasione del primo scatto ufficiale della nuova stagione con l'obiettivo di sdrammatizzare attraverso l'ironia allo stop patito pure dal mondo del tamburello a causa del Coronavirus. Pur sul campo di casa la compagine del presidente Enrico Bacchiella ha sofferto soprattutto nel pacchetto arretrato ed ha così lasciato il successo (anche senza un punteggio finale) agli ospiti, sempre guidati in panchina dal callianese "Nuccio" Demaria.

Dona al sito Tambass.org
E dai, offrimi un calice di vino!
Siate generosi, per favore

Meteo

giweather joomla module

Login

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Cookie Policy Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui Cookies e su come disabilitarli, potete visitare la nostra pagina di privacy policy.

  Accetto i Cookie da parte di questo sito.