Il Grazzano vince la Supercoppa ed è triplete

Il Grazzano vince la Supercoppa ed è triplete (copertina di Pier Giuseppe Bollo)

Supercoppa: Grazzano - Montemagno 19-6

GRAZZANO: Fracchia, Marletto, Arrobio, Olivieri, Andrin. N.e. Giroldo. D.t. Penna

MONTEMAGNO: Botteon, Stracuzzi (L. Soffientino), Molino, Bertone, Savio. D.t. Costanzo

arbitro Claudio Guelfo con Osvaldo Burchielli e Paolo Monaca

(3-0, 5-1, 7-2, 9-3, 11-4, 13-5, 15-6, 18-6, 19-6)

40 pari: Grazzano 6, Montemagno 4

durata 2 ore e 15 minuti

La voce stentorea di Piero Monti alla cena sociale per festeggiare i successi del Grazzano 2019 (scudetto e Coppa Italia) non lasciava dubbi chiedendo ai ragazzi un ulteriore sforzo per conquistare anche la Supercoppa mancante nella bacheca del circolo dal 2013. Seguirono 4 sconfitte: nel 2014 alla Bombonera contro il Montechiaro, nel 2015 proprio a Montechiaro contro il Vignale e le beffe in piazza Cotti col Montechiaro nel 2016 e col Vignale l’anno corso. Ancora una serata a base di agnolotti ed allegria per festeggiare il secondo triplete dopo quello del 2012. La Supercoppa quest’anno era abbinata su impulso della famiglia al Memorial Beppe ed Angelo Tirone, due grandi personaggi ricordarti dal sindaco Paolo Luzi ed onorati anche dal Grazzano dove Beppe e Davide con Natta vinsero il titolo nel 2001, lo stesso anno dell’ultima Coppa del Monferrato vinta dal Montemagno con la squadra Panzini - Nobile - Giolo che vinse il titolo nel 2000. Il Grazzano si  è presentato al Beppe Tirone motivatissimo per sfruttare al meglio il grande momento di forma contro un Montemagno desideroso di lasciarsi dietro le polemiche della finale di Vignale. Montemagno inizia in battuta, primo 40 pari con intra di Stracuzzi, il Grazzano con Fracchia  in battuta a dirigere le operazioni parte fortissimo arrivando 5-0, al terzo 40 pari va lungo Arrobio ed arriva il primo gioco dei biancorossi. Esce Stracuzzi, Bertone passa dietro e Luca Soffientino terzino al largo. Altri due 40 pari con Fracchia lungo e vincente di Molino portano il Montemagno 3-7 ma è solo un fuoco di paglia ed il Grazzano torna a premere sull’acceleratore girando 11-4. Rientra Stracuzzi con Bertone centrale al posto di Molino ma l’inerzia della gara non cambia. Marletto e Fracchia spingono alla grande, Arrobio giostra bene al centro, Andrin implacabile ed il Montemagno cerca di difendersi come può ed alcuni scambi sono spettacolari con recuperi e soluzioni ardite. Sul 14-6 dopo il vantaggio chiuso dal Montemagno la gara torna a senso unico con l’ultimo 40 pari deciso da capitan Arrobio a cui seguono tre giochi risolti a 15 con Alessio Olivieri a buttare giù il punto che chiude la stagione. Coach Andrea Costanzo ammette la superiorità del Grazzano arrivato all’appuntamento in forma e motivato ed ha provato vari cambi, inutili a mettere in carreggiata una squadra già  proiettata alla prossima stagione. Debutterà il 29 settembre in occasione del 3° Memorial Vanni Pesato con il ritorno fortemente voluto dal patron Griffi di Elia Volpe con Luca Lorenzin la cui precisione he entusiasmato negli allenamenti, confermati Molino e Savio con Andrea Carretto terzino al largo. La stagione continua con la finale regionale di serie C sabato a Vignale tra Casa Paletti e Montechiaro. Il Cesare Porro sarà teatro delle finali giovanili del 5 e 6 ottobre. 

Dona al sito Tambass.org
E dai, offrimi un calice di vino!
Siate generosi, per favore

Meteo

giweather joomla module

Login

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Cookie Policy Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui Cookies e su come disabilitarli, potete visitare la nostra pagina di privacy policy.

  Accetto i Cookie da parte di questo sito.