Il Calliano si inchina. Grazzano va in finale e ora sogna la doppietta

il battitore Maurizio Marletto è tornato nella sua Tonco vincendo col Grazzano la semifinale 

VIGNALE - MONTEMAGNO 16-9. Domenica ore 16 finalissima GRAZZANO - VIGNALE

Grazzano è la prima finalista di Coppa Italia pronto ad inseguire la doppietta tricolore dopo la conquista dello scudetto. Era da tre stagioni che la compagine aleramica non raggiungeva la finale con il chiaro obiettivo di puntare al "triplete" provando a far sua anche la successiva Supercoppa, che si disputerà il terzo week end di settembre.
Il Grazzano ha dimostrato di non aver perso il feeling con il muro e soprattutto la condizione atletica oltre all'abitudine al successo nonostante le due settimane senza partite ufficiali. La sfida senza appello vissuta giovedì al «Beretta» di Tonco, davanti ad una buona cornice di pubblico, è stata equilibrata come gli altri due precedenti stagionali con il Calliano. Ma al pari di questi ancora una volta Pavia e compagni si sono dovuti arrendere (16-13). 
Nella prima semifinale determinante l'avvio nell'economia del match con Fracchia, Marletto e compagni subito incisivi e bravi a doppiare il Calliano a trazione grazzanese con Biletta ed i fratelli Emanuele e Mirko Monzeglio: 2-1 e 4-2 poi 6-3 con addirittura 9-3 prima del 10-5. La squadra di De Luca reagisce e recupera giochi con un parziale di 5-1 che vale il minimo divario sull'11-10. Ma il Grazzano ha la forza di riportarsi subito 13-11 ed al successivo cambio il match pare segnato 15-12 e lo sarà al trampolino successivo dopo l'ottavo quaranta pari dell'incontro.
Ora la squadra del presidente Alessandro Redoglia e del tecnico Fabiano Penna attendono di conoscere il nome della prossima rivale uscito dalla semifinale disputata ieri sera tra Vignale e Montemagno (incrocio che nella passata edizione rappresentò la finale con vittoria alessandrina). E qualora ad imporsi fossero gli astigiani di patorn Giulio Griffi domenica pomeriggio (fischio d'inizio alle 16) sull'asfalto tonchese andrà in scena l'esatta replica della sfida scudetto.
Parallelamente sui campi di Bresciano e Bergamasco proseguono le partite inserite nel programma delle finali nazionali di tamburello giovanile open. In corsa per il Piemonte ci sono quattro formazioni astigiane in rappresentanza di altrettante società. Nell'under 18 femminile Monale prova a bissare lo scudetto 2018, nell'under 18 maschile invece gareggiano i boys del Piea. Assenti le formazioni in rosa nelle altre due categorie, onore sulle spalle del Cinaglio nell'under 16 a cui si affaccia dopo aver conquistato tutti i titoli nell'under 14, dove invece fanno il proprio debutto i ragazzi del Cerro Tanaro.
Il fine settimana tamburellistico, tuttavia, si concluderà solo lunedì e lo farà sul campo di Cinaglio la cui terra tornerà ad essere calcata dagli assi della serie A open. 
In fatti la società presieduta da Giorgina Oggero organizza, nell'ambito dei festeggiamenti patronali, una gara nella formula «3 contro 3» all'insegna dello spettacolo. Fischio d'inizio alle 17 per ammirare i colpi di potenza e precisione messi a segno da Riccardo Bonando, Davide Gozzelino e Samuel Valle, schierati in una metà campo, che di fronte si troveranno Federico Merighi, Andrea Belluardo e Luca Marchidan. 

Dona al sito Tambass.org
E dai, offrimi un calice di vino!
Siate generosi, per favore

Meteo

giweather joomla module

Login

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Cookie Policy Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui Cookies e su come disabilitarli, potete visitare la nostra pagina di privacy policy.

  Accetto i Cookie da parte di questo sito.