Sotto i bastioni si danno i numeri. Nuova quota per costruire il team

Il mezzovolo Federico Arrobio, campione col Grazzano 

E' 1050 il numero magico atteso da dirigenti e tecnici entro cui dovranno disegnare e costruire le squadre che si contenderanno il titolo 2020 del tamburello a muro. Ormai da alcune stagioni il regolamento prevede che venga fissato un monte punti entro cui deve rientrare la rosa. Lo scorso anno il tetto era stato posto a quota 1120 che la Commissione del muro e storico (presidente è Mimmo Basso) ha deciso di abbassare di 70 punti. Numeri come quelli assegnati da regolamento a tutti i giocatori in virtù dei risultati conseguiti nell'ultima stagione (fa fede solo il campionato) ed in quella precedente. Ma una certezza c'è già ed è per il Grazzano che dovrà assolutamente sostituire uno dei tre atleti del pacchetto arretrato (i terzini sono conteggiati zero punti) con indiziato numero uno il mezzovolo Federico Arrobio, pur lodato ed applaudito nella sua prima finale tricolore. «Alle società nella serata di martedì è stata recapitata la missiva con la griglia dei punteggi attribuiti ai giocatori per la prossima stagione - interviene Riccardo Bonando, consigliere nazionale Federtamburello – a loro diamo tempo fino al 25 agosto per richiedere eventuali modifiche sul punteggio assegnato che dovranno, dopo le opportune verifiche, essere approvate dalla Commissione». L'ufficializzazione del "pagellone" di fatto dà il via libera al "tambu-mercato" che già impazza complice la completa assenza di incontri ufficiali per i venti giorni centrali d'agosto. Infatti chiusa la serie A, con la finale di domenica a Vignale, si dovrà attendere la prima sfida della Coppa Italia, in programma solo il 19 agosto a Tonco. Sferisteri e soprattutto piazze silenti per il tamburello nel periodo vacanziero per eccellenza seguendo un obbligo dettato dalla Federtamburello che nella settimana che precede Ferragosto vuole tutta l'attenzione sulla Coppa Italia open, quest'anno di scena sui campi della provincia di Mantova. Competizione in cui il tamburello piemontese vede in azione due sole formazioni femminili impegnate nella prima giornata ed, eventualmente, in finale. Agli appassionati dunque la scelta se attendere la ripresa dei confronti nel muro (anche la serie C e D open sono terminate) oppure mettersi in viaggio impostando il navigatore su Castellaro. 

Dona al sito Tambass.org
E dai, offrimi un calice di vino!
Siate generosi, per favore

Meteo

giweather joomla module

Login

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Cookie Policy Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui Cookies e su come disabilitarli, potete visitare la nostra pagina di privacy policy.

  Accetto i Cookie da parte di questo sito.