Intervista ad Angelica Lorandini, capitano della matricola Segno

Angelica Lorandini in tenuta agonistica con la Super Coppa di B conquistata l'anno scorso a Valle San Felice contro il Ceresara

In assenza di eventi agonistici continuano le interviste ai giocatori per capire il loro stato d'animo in questo periodo di riposo forzato dovuto al Corona Virus. Dopo diversi atleti: Marco Ferrera, Graziano Perottoni, Gabriele Weber, Tommaso Merighi e Michele Fraccaro, ecco la prima rappresentate del “gentil sesso” che rilascia le sue dichiarazioni. Si tratta del capitano del Segno Angelica Lorandini.

Cosa si prova a non poter giocare? L'indoor non siete riuscite a finirlo, sulla stagione open ci sono tante incognite?

Con l'arrivo delle belle giornate, del caldo e del sole è ancora più dura resistere a questo stop forzato da allenamenti e partite. Purtroppo la realtà è questa e ci dobbiamo adeguare, sperando che presto si possa tornare a giocare e alla vita normale. 

Quest' anno per la tua squadra c'era il debutto in serie A e quindi la possibilità di confrontarsi con le atlete più forte in circolazione?

Per noi ragazze del Segno quest'anno è in programma l' esordio in serie A open. Diciamo che si tratta di una bella esperienza che ci avrebbe fatto crescere. Sapevamo che dovevamo soffrire, anche se con l'entrata in squadra di Alessia Castellan e Germana Baldo, rispetto all'anno scorso il tasso di esperienza aumenta. Quest' esordio per noi avrebbe sicuramente alzato il livello di qualità di gioco e competizione, avendo la possibilità di fronteggiare le più forti giocatrici d' Italia. Ma tutto questo dovrà aspettare. Io abito di fronte al campo di terra rossa di Segno e vederlo completamente deserto per settimane è triste. Abbiamo avuto la possibilità di calpestarlo solamente una volta. 

Come sarà riprendere l'attività agonistica?

Sarà dura riprendere, per noi e per tutte. Non abbiamo nemmeno affrontato l'ultima giornata di finali nazionali indoor. L'unica cosa che ci conforta è l'unione digitale che ci sprona a restare sorridenti e connessi, con ognuno del mondo tamburellistico. Una cosa è certa, tutte noi intendiamo tornare più forti e determinate di prima. 

Angelica oltre ad essere una giocatrice determinata nella vita è anche nella Croce Rossa e quindi nel suo piccolo dà una mano in questo momento di emergenza, causato dal Corona Virus o Covid 19, la patologia che prima ha colpito la Cina, poi l'Italia e negli ultimi tempi anche altri stati europei come la Francia, la Germania e l'Inghilterra. 

Angelica dimostra cosi di avere grande grinta in campo durante le partite, ma anche nella vita, un esempio da imitare perchè in questo momento delicato, tutti possono e devono dare il loro minimo contributo. Basta davvero poco, basta semplicemente rispettare quelle regole ormai note a tutti, fra le quali il divieto di uscire se non per assoluta necessità. 

Angelica Lorandini impegnata con la Croce Rossa per dare il suo contribut



Dona al sito Tambass.org
E dai, offrimi un calice di vino!
Siate generosi, per favore

Meteo

giweather joomla module

Login

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Cookie Policy Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui Cookies e su come disabilitarli, potete visitare la nostra pagina di privacy policy.

  Accetto i Cookie da parte di questo sito.