Serie A 2019: commento 14.a giornata

Monale accede ai play off e per differenza 15 scavalca il Mezzolombardo. Astigiane terze, rallentano le campionesse d'Italia della Tigliolese che a Cavriana perdono un punto contro la matricola virgiliana. Ko amaro per il San Paolo D'Argon. 
I TEMI DELLA GIORNATA. 

E' terminata ieri la “regular season” di A femminile. Giornata da ricordare per il Monale. Rebecca Lanzoni e compagne battendo il San Paolo D'Argon accedono ai play off scudetto. Discorso completamente diverso per le bergamasche che dopo l'esclusione dalla Coppa Italia vengono eliminate anche dalle semifinali scudetto. In casa San Paolo fino ad oggi, annata positiva solo nell'indoor, dove la squadra in serie B femminile ha conquistato il titolo di vice campione d'Italia perdendo a testa alta in finale contro la corazzata Ovada. Il Monale conquista i play off e per differenza quindici supera anche il Mezzolombardo in classifica chiudendo il terzo posto. Decisivo il ko delle trentine sul campo amico contro il Dossena. Turno di riposo per la Pieese che disputerà i play out con Cavrianese e San Paolo D'Argon per evitare la retrocessione in B, dove finirà l'ultima classificata. Giunge da Cavriana il risultato più clamoroso della giornata con le atlete mantovane che conquistano un punto contro le più quotate giocatrici della Tigliolese, già certe dei play off e del primo posto. 

LE GARE NEL DETTAGLIO

SAN PAOLO D’ARGON-MONALESE 2-6, 2-6

Progressioni 1° set: 0-2,2-2,2-4,2-6; 2° set: 0-2, 1-3, 2-4, 2-6. Pari 40: 1-2.

Era la gara di cartello della giornata. Per il San Paolo D'Argon, oltre alla sconfitta, una gara decisamente da dimenticare. Le atlete di Gianfranco Vismara possono fare molto di più. Le astigiane hanno giocato decisamente meglio, dando dimostrazione di essere più concentrate e motivate nel corso di tutta la gara. Nel secondo set il Monale, pur avendo raggiunto l'obiettivo play off non si accontentava e continuava a giocare decisamente bene. Decisamente deluso a fine gara il direttore tecnico del San Paolo D'Argon che proprio non si aspettava una prestazione cosi deludente da parte della sua squadra che ha accusato e non poco la lunga sosta. Serena Barcella e compagne dovranno riscattarsi ai play out, appuntamento dove non possono più sbagliare. 

Arbitro: Scanzi. 

CAVRIANESE-TIGLIOLESE 6-4, 3-6, (TB 4-8)

Progressioni 1° set: 1-1, 3-1, 4-2, 5-3, 6-4. Progressioni 2° set: 1-1, 2-2, 2-4, 3-5, 3-6 (tb 4-8)

E' senza ombra di dubbio il risultato più clamoroso della giornata. Le mantovane con il punto strappato alle campionesse d'Italia guadagnano molto in termini di autostima e nei play out si giocheranno il tutto per tutto per raggiungere una salvezza che per Martina Ghirardi e compagne rappresenta uno scudetto. I progressi fatti dalle giovani mantovane in questo primo campionato di serie A sono stati evidenti e fanno ben sperare. La Tigliolese già ai play off e sicura del primo posto non ha forse offerto la sua migliore prestazione stagionale. Sicuramente domenica prossima a Mezzolombardo si vedrà una Tigliolese ben diversa più cinica e cattiva per raggiungere la finale scudetto e bissare il tricolore conquistato nella scorsa stagione a Faedo (Trento)

MEZZOLOMBARDO-DOSSENA 3-6, 5-6

Progressioni 1° set: 2-0, 3-1, 3-3, 3-5, 3-6. Progressioni 2° set: 0-2, 1-3, 3-3, 4-4, 5-5, 5-6. 40 pari 2-1 Mezzolombardo. 

Buono l'avvio di gara del team trentino che si aggiudicava i primi due giochi lasciando le vice campionesse d'Italia sul 40-15. Arianna Calliari e compagne si portavano avanti sul 2-0. Arrivava il primo 40 pari, vinto dalle bergamasche che conquistavano cosi il primo game a loro favore con una chiusura decisiva di Germana Baldo, in campo solo nel primo set, nel ruolo per lei un po' inedito di terzina, ma la giocatrice di Aldeno si sa è una combattente per natura e nelle grandi occasioni difficilmente sbaglia. Anche il gioco successivo si concludeva sul 40 pari vinto dalle trentine che andavano avanti 3-1. Il Dossena tornava in parità sul 3-3 ed in seguito completava la rimonta non lasciando più alcun gioco alle rivali. Nel secondo set, fuori Germana Baldo, rimpiazzata da un'altra ex di turno quale Alice Alcaini. Nel Mezzolombardo, cambio sotto cordino dove andavano Laura Lorenzoni e Giada Fontana. La seconda parte di gara era molto combattuta e piacevole, scambi belli da vedersi, gara sempre in bilico con il Dossena che vinceva soffrendo e non poco con il minimo scarto (6-5). Nel secondo set sul 1-3 nel team brembano fuori Debora Cavagna in campo Simona Trionfini. Sconfitta ininfluente per il Mezzolombardo, già ai play off, anche se la sconfitta rimediata in casa e il ko del San Paolo D'Argon contro il Monale costringono le trentine al quarto posto finale in classifica al termine della regualar season. Decisiva a parità di punti la differenza quindici, a favore delle astigiane. Pertanto nei play out questi gli accoppiamenti delle semifinali: Mezzolombardo – Tigliolese, Monalese – Dossena, stessi indentici abbinamenti delle semifinali di Coppa Italia, manifestazione disputata in agosto e conclusa con il trionfo della Tigliolese. Impeccabile l'arbitraggio di Giulia Sperotto. 

Classifica: Tigliolese 30, Dossena 27, Monalese e Mezzolombardo 21, San Paolo d’Argon 16, Pieese 6, Cavrianese 5. Verdetti finali: Tigliolese, Dossena, Mezzolombardo e Monalese ai play off, San Paolo D'Argon, Cavrianese e Pieese ai play out. 

Così domenica

Play off

Mezzolombardo – Tigliolese

Monalese – Dossena

Play out:

Cavrianese – San Paolo D'Argon. Turno di riposo Pieese. Retrocede in B l'ultima classificata. 

 

 
 

Dona al sito Tambass.org
E dai, offrimi un calice di vino!
Siate generosi, per favore

Meteo

giweather joomla module

Login

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Cookie Policy Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui Cookies e su come disabilitarli, potete visitare la nostra pagina di privacy policy.

  Accetto i Cookie da parte di questo sito.