Raviola elimina Campagno. È il primo finalista scudetto

Il cuneese Federico Raviola (Acqua S. Bernardo-Ubi Banca) è il primo finalista scudetto della serie A di pallapugno-«Trofeo Araldica».

Dopo aver vinto la semifinale d’andata a Cuneo 11-8, si è ripetuto ieri nel ritorno di Canale su Bruno Campagno (Torronalba) superato per 11-9 dopo una gara tesissima. Il canalese con una partenza strepitosa si è portato in vantaggio 6-0 con colpi potentissimi e un’implacabile determinazione. L’esito dell’incontro sembrava segnato anche perché Raviola stentava a reagire. Il cuneese ha però avuto il merito di non arrendersi e la partita è girata anche perché Campagno ha avvertito problemi muscolari (crampi e mal di schiena). Raviola ha così recuperato gradualmente ed è arrivato al riposo in ritardo di 2 soli giochi (6-4). Campagno zoppicante e incerto negli spostamenti ha comunque lottato come un leone, ma ha dovuto cedere alla rimonta dell’avversario che ha approfittato degli errori della squadra di casa per l’aggancio a quota 9. Negli ultimi 2 giochi, nonostante la strenua difesa degli avversari, Raviola ha prodotto lo sprint decisivo conquistando il diritto alla finale scudetto.

Spareggio Dutto-Vacchetto jr
Sarà invece necessario lo spareggio domenica alle 15 a Canale per stabilire chi tra Davide Dutto (Tealdo Scotta) e Paolo Vacchetto (Araldica Pro Spigno) contenderà a Raviola il titolo italiano. A San Benedetto Belbo, nella semifinale di ritorno, Dutto ha confermato l’inviolabilità del suo campo imponendosi per 11-8.

 

Dona al sito Tambass.org
E dai, offrimi un calice di vino!
Siate generosi, per favore

Meteo

giweather joomla module

Login

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Cookie Policy Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui Cookies e su come disabilitarli, potete visitare la nostra pagina di privacy policy.

  Accetto i Cookie da parte di questo sito.