A Cerretto Langhe si assegna il “Balun d’or”

(ARCHIVIO SILVIA MURATORE) - Lo scorso anno il Premio «Balun d’or» ideato da Flavio Borgna era andato a Michele Giampaolo

Domani il riconoscimento al giocatore più rappresentativo della stagione. Omaggio a Felice Bertola

Il «Balun d’or 2018» della pallapugno sarà assegnato domani a Cerretto Langhe, il piccolo Comune che ha promosso l’iniziativa, nata da un’idea del vulcanico Flavio Borgna, con l’Ente turismo Alba Bra Langhe e Roero, l’Unione Alta Langa Montana e la Federazione italiana pallapugno. Dopo la prima edizione nel 2009, il prestigio del premio, nato in sordina, è cresciuto progressivamente e oggi ha raggiunto la definitiva consacrazione. 

Domani l’edizione del decennale è particolarmente attesa. Alle 10, nel Salone municipale, inizierà la cerimonia che culminerà con la consegna del «pallone d’oro» al giocatore più rappresentativo della stagione, in grado di imporsi non solo per le doti tecniche, ma anche morali e caratteriali. Il vincitore, scelto da una giuria di giocatori e giornalisti presieduta da Felice Bertola, è ovviamente ancora «top secret».

Alla carriera
Si conoscono invece i nomi dei premiati «di contorno», personaggi altrettanto importanti nella promozione della pallapugno. Intanto il prestigioso Premio alla carriera va, finalmente, a Felice Bertola, con una scelta scontata e quasi ovvia vista la grandezza del personaggio. In effetti Bertola avrebbe meritato già prima il riconoscimento, ma, essendo il presidente della giuria, il «bon ton» gli aveva impedito di premiare se stesso. Quest’anno le pressioni degli altri giurati hanno vinto le sue resistenze. Il Premio alla carriera, una scultura in pietra realizzata da Remo Salcio, è andato in precedenza a Giulio Abbate, al compianto Mauro Nada, a Sergio Corino allenatore della Nazionale italiana di pallapugno e al notaio Vincenzo Toppino soprattutto per il suo impegno a favore dello sferisterio Mermet di Alba. 

«Dumini Abbate»
Il premio giornalistico «Dumini Abbate e la squadra della piazza» andrà a Lorenzo Tanaceto, giornalista della Redazione de «La Stampa», e ai fotografi Silvia Muratore e Severino Marcato. 

Con il tamburello
Flavio Borgna, ideatore del premio ha detto: «L’edizione del decennale è particolarmente significativa: sarà anche un momento di amicizia tra pallapugno e tamburello le discipline che rappresentano l’anima sportiva delle colline di Langa e Monferrato ora unite nella promozione turistica regionale. Ne parleranno il giornalista de “La Stampa” Franco Binello con Massimo Berruti e con il tamburellista Aldo “Cerot” Marello. Presenti l’assessore regionale Antonella Parigi, il parlamentare europeo Alberto Cirio e il presidente della Federazione italiana pallapugno Enrico Costa». 

L’edizione del decennale dell’evento di Cerretto Langhe prevede l’assegnazione di un premio a sorpresa.

Dona al sito Tambass.org
E dai, offrimi un calice di vino!
Siate generosi, per favore

Meteo

giweather joomla module

Login

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Cookie Policy Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui Cookies e su come disabilitarli, potete visitare la nostra pagina di privacy policy.

  Accetto i Cookie da parte di questo sito.