Egea Nocciole Marchisio Cortemilia - Alfieri Albese 9-7

A VIGNALE OPERAZIONE NOSTALGIA CON LA GRANDE PALLAPUGNO ED IL RITORNO DEI GRANDI PERSONAGGI DELLA PALLONISTICA MONFERRINA

EGEA NOCCIOLE MARCHISIO CORTEMILIA - ALFIERI ALBESE 9-7

EGEA NOCCIOLE MARCHISIO CORTEMILIA: Enrico Parussa, Oscar Giribaldi, Edoardo Gili, Marco Parussa. Dt: Giovanni Voletti.

ALFIERI ALBESE: Cristian Gatto, Paolo Voglino, Roberto Drago, Fulvio Cavallotto, Walter Gatto. Dt: Claudio Gatto, Domenico Raimondo.

arbitro Oreste Gondi

Un emozione difficile da nascondere il rivedere gli agnolotti fumanti nel tavolo di Gigi Crova con tutti gli affezionati sodali della Monferrina come il tempo si fosse fermato agli anni d'oro della pallonistica Monferrina. Quanti ricordi fino a quel miracolo sportivo di quell'incredibile semifinale raggiunta dai play out dalla quadretta di Luca Galliano.

A margine della Coppa Italia di tamburello a muro in corso di svolgimento questa settimana al Cesare Porro di Vignale un lunedì sera dedicato alla pallapugno continuando la fortunata tradizione di Tonco dello scorso anno con quella memorabile serata con Castagnole Lanze e Santo Stefano Belbo. Pallapugno già protagonista il 14 agosto alla fossa dei leoni di leoni con la spettacolare ed intensa sfida tra Campagno e Semeria  resa ancora più preziosa per la raccolta fondi a favore della Croce Rossa di Moncalvo e della Fondazione fibrosi cistica. Fa specie proprio adesso che il balon ha preso piede nell'astigiano con due squadre nella massima serie Castagnole Lanze e Bubbio manchi nel paese di Vignale da sempre fiore all'occhiello nella sferistica.

Sotto l'abile regia del segretario generale Romano Sirotto il programma proponeva la sfida tra il Cortemilia di Enrico Parussa al comando dei play out e l'Albese del talentuoso Cristian Gatto già qualificata alle semifinali per il titolo di cadetteria. Un evento stimolante per riaccendere la fiammella della passione nella speranza di una ripartenza dell'attività pallonistica in quel di Vignale. Non sono rimasti insensibili all'appello ai tanti protagonisti accorsi allo sferisterio a partire dal patron Giuseppino Coppo più personalità come Bruno Celoria, Olimpia Luparia, Gino Sassone. Parterre d'onore con i fuoriclasse Aldo "Cerot" Marello e Alessio Monzeglio, da sempre fautori del dialogo tra i due mondi.

L'esibizione non ha deluso gli appassionati accorsi allo sferisterio di Vignale che con il suo fascino particolare ha contagiato i principali protagonisti. Non proprio calzante il termine esibizione in quanto per oltre due ore è stata una sfida accesa ed a lunghi tratti intensa al di là della posta in palio. Parte forte la squadra di Alba con un Gatto in grande spolvero ben supportato dall'inossidabile Pierpaolo Voglino. Il giovane dominatore finora della cadetteria ha dimostrato di potersela giocare con gli atleti della massima serie affinando ancora la condotta di gara e facendo esperienza.

Cortemilia di Parussa e Oscar Giribaldi dopo una partenza stentata aumenta la qualità del gioco ed emerge alla distanza grazie ad un collettivo di qualità e sfruttando alcuni cambi degli albesi. Per Enrico Parussa una buona stagione finora con un salto di qualità che gli ha consentito di giocarsela spesso con i migliori. Conservando il primo posto nei play out avrà il diritto a giocare lo spareggio con la quarta del campionato. Questo traguardo è già una bella soddisfazione.

le due formazioni ed i tecnici Domenico Raimondo e Giovanni Voletti

Dona al sito Tambass.org
E dai, offrimi un calice di vino!
Siate generosi, per favore

Meteo

giweather joomla module

Login

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Cookie Policy Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui Cookies e su come disabilitarli, potete visitare la nostra pagina di privacy policy.

  Accetto i Cookie da parte di questo sito.