Sergio Gonella, un re del fischietto con il cuore a Calliano

UN RE DEL FISCHIETTO CON IL CUORE A CALLIANO

Trascriviamo un testo autobiografico scritto da Sergio Gonella, edito sul quotidiano " La Stampa " in data Martedi 2 Agosto 1994 .

Faccio il direttore di banca alla Comit, ma il mio vero mestiere è il giramondo. Quando lo dico in molti si stupiscono perchè non sanno che si può rimanere fermi in un posto e avere la fantasia che corre. Di motivi per correre con la fantasia ne ho parecchi: ho avuto modo di conoscere quasi tutti i paesi del mondo. Mi piace viaggiare, di turismo ne faccio molto, portando dietro la famiglia, ma oltre al turismo l'attività sportiva è stata per me occasione di conoscenza. Il mondo l'ho girato anche andando ad arbitrare le partite internazionali di calcio. L'ultima partita è stata nel 1978 in Argentina: si trattava della finale del campionato del mondo vinto dai sudamericani contro l'Olanda. Poi ho appeso il fischietto al chiodo perchè ho ritenuto opportuno chiudere in bellezza. Il racconto della mia vita sembra quello di uno senza radici, invece non è cosi. L'Italia l'ho girata tutta, il mondo, come dicevo prima, anche, ma le mie radici sono ben salde nella terra del Monferrato. Sono nato ad Asti, nel borgo San Pietro, con la mia moglie parliamo astigiano, anche se la mia vera lingua è il dialetto di Calliano, il paese dei miei genitori. Mia madre era nata in America, i nonni avevano ancora la casa in paese. Mio padre era figlio del maestro elementare, un uomo che aveva cresciuto intere generazioni di monferrini: ha insegnato a loro, oltre che a leggere e scrivere, i valori fondamentali della vita. A Calliano torno spesso perchè la casa dei nonni materni l'ho ereditata io e nel restaurarla ho voluto mantenere integre certe peculiarità che ricordano la mia infanzia. Un'infanzia trascorsa fra Asti-S. Pietro e il paese di collina, dove con gli amici si giocava a tamburello. In città giocavo a calcio nei ragazzi dell'Asti con Beppe Martinetti ed Enzo Marchisio. A Calliano ci davo dentro con quella specie di strumento a percussione che chiamano " tambass ". Di quei tempi ricordo il sole, il calore, l'atmosfera che si respirava quando si batteva il grano. I nostri giochi erano quelli inventati estemporaneamente, si andava in "pastura" con bestie irrequiete. Io, naturalizzato della regione Vicinale andavo con gli amici alla "Moja", regione Moglia, a vedere "Cicun", Francesco , che coltivava la canapa. Anche lui come tanti piemontesi emigrati era tornato dall'America. A dieci anni andava da solo, in bicicletta, su e giù dalla stradone fra Asti e Calliano e viceversa . Ora al paese ci arrivo in macchina per i fine settimana , ma mi fermerò definitivamente quando sarò vecchio, sperando che qualche " Cicun" mi insegni i segreti per lavorare l'orto. In questo pugno di case vivono ancora alcuni dei miei amici infanzia, coi quali mi piace trascorrere qualche ora a ricordare. La fisionomia del paese negli anni non è cambiata: ha mantenuto quell'immagine che mi porto dietro quando, col fischietto e le scarpe bullonate, giravo i continenti per "mettere ordine" tra ventidue giovanotti irruenti che tiravano calci ad un pallone in categorie molto blasonate.

SERGIO GONELLA, nato ad Asti il 23 Maggio 1933. 175 gare arbitrate in serie A fra il 1963 ed il 1978. 98 volte arbitro internazionale fra il 1970 ed il 1978. Tra le gare più importanti arbitarte da Gonella spiccano la finale degli Europei Under 21 1972, la Supercoppa Europea del 1975, la finale degli Europei 1976 e la finale dei Mondiali 1978. Nel 2013 viene inserito nella Hall of Fame del calcio italiano. Deceduto il 19 Giugno 2018.

Rivera, Gonella e Corso

mondiali 1978

Hall of fame 2013 con Collina

Dona al sito Tambass.org
E dai, offrimi un calice di vino!
Siate generosi, per favore

Meteo

giweather joomla module

Login

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Cookie Policy Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui Cookies e su come disabilitarli, potete visitare la nostra pagina di privacy policy.

  Accetto i Cookie da parte di questo sito.