Ovada, una città per cantare con Ivo Vignolo

E' sul palco con il gruppo di amici "I fuori programma" la seconda vita "artistica" di Ivo Vignolo.

E giovedì sera tocca al number one dei tamburellisti musicisti Aldo "Cerot" Marello di scena ad Asti al Diavolo Rosso a sostegno della WECARE onlus

OVADA - I“Fuori programma” gruppo di appassionati musicisti ovadesi sono stati i protagonisti della serata organizzata dalla Confartigianato di Ovada con in primis Mario Arosio per raccogliere fondi a favore della Caritas. Il concerto era in programma giovedì allo Splendor a due passi dal locale “L’antica farinata” di Ivan Boccaccio da Montaldo Bormida già buon interprete nel muro. Ora la voglia di giocare c’è ancora, purtroppo il lavoro lascia poco spazio infatti oltre al ristorante con il suo staff ed i tre furgoni è impegnato da protagonista nel circuito dello street food in cui gira per tutto il nord e il centro Italia.

Tornando al concerto con un vasto repertorio di musica italiana con qualche incursione rock internazionale come una vibrante Knockin' on Heaven's Door del Nobel Dylan per il gruppo che è formato da Elisabetta Cardona (solista in un pezzo di Adele), Davide Carlini e Ivo Vignolo (voce), Carlo Gaggero (basso), Gianni Tagliafico e Roberto Righi (chitarra e voce), Giacomo Sciutto (chitarra), Mauro Piovaccari (batteria), Oreste Lissoni (tastiere). Un programma ben assortito dove non manca naturalmente l’influsso genovese da “Quella carezza della sera” ad una spettacolare “Crêuza de mä” dalla voce di Righi. Intorno fino alla liberatoria “Io vagabondo” strappapplausi successi degli anni ’60 come “Pugni chiusi” dei Ribelli, passando per Bennato, i Pooh, Battisti, naturalmente la title track della serata assieme a pezzi anche impegnativi tra cui il capolavoro progressive della PFM “Impressioni di settembre” ed alla più recente Unica di Venditti. Serata riuscita ed apprezzata all’insegna del divertimento e dello stare insieme il tutto a fine benefico per aiuti i più bisognosi.

La Confartigianato che sabato è stata promotrice di altre due iniziative sul fronte della salute. Ha fatto tappa anche a Ovada, tra le 9.30 e le 16.30 davanti all’ingresso del Parco Pertini di via Cairoli, la decima edizione della Giornata dell’Alzheimer e la prima della campagna nazionale “Manteniamo il passo”, promossa da Anap Confartigianato su tutto il territorio provinciale con i suoi gazebo informativi. La giornata è stata organizzata in collaborazione con la Croce Verde Ovadese e con il patrocinio del Comune di Ovada.

Ivo Vignolo genio e sregolatezza già da tamburellista in cui è stato uno dei talenti ovadesi più cristallini. Sport sempre interpretato come passione e voglia di emozionare, mai come routine per timbrare il cartellino. Ha smesso quando ha creduto sia stato il momento giusto con una storica salvezza col Cremolino in serie A per poi voltare pagina. La musica la affronta con lo stesso spirito e tigna.

Tambass e musica un connubio da sempre con grandi protagonisti a cominciare da Aldo Marello per arrivare ad Aristide Cassullo, Beppe Fracchia, i Medici da Monale e tanti altri di cui ignoro l’esistenza. Dove c’è tamburello c’è musica anche ad Asti con Aldo “Cerot” Marello insieme alla ISO big Band giovedì 11 maggio attesi nell'affascinante cornice del Diavolo Rosso ad Asti. Diavolo Rosso era il soprannome di Giovanni Gerbi, astigiano e straordinario pioniere del ciclismo nei primi anni 30 del 900. Il teatro si trova nella chiesa settecentesca dell'ex confraternita di San Michele in piazza San Martino ad Asti. Serata per la raccolta fondi a favore della WECARE onlus.

Un connubio forte tra i due tamburellisti con vite parallele destinate ad incontrarsi, Ivo ricorda ancora quella interminabile serata prima di una semifinale a casa di Aldo con Paolo Conte a base di note, aneddoti e (tanta) barbera.

Alla prossima

Dona al sito Tambass.org
E dai, offrimi un calice di vino!
Siate generosi, per favore

Login

Meteo

giweather joomla module

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Cookie Policy Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui Cookies e su come disabilitarli, potete visitare la nostra pagina di privacy policy.

  Accetto i Cookie da parte di questo sito.