L’addio a Martelli, due volte tricolore con la Carpani Goito

Martedì a Goito tributato l'ultimo saluto.

GOITO. Dopo breve malattia, all'età di 87 anni ci ha lasciato Mario Martelli, un personaggio goitese di grande spessore, campione italiano di tamburello nel 1952 e nel 1959 con la gloriosa "Carpani" Goito diretta da Arduino Camellini e che annoverava anche campioni del calibro del castelgoffredese Marino Marzocchi, alias Mara, il guidizzolese Angelo Mario Zomini e i goitesi Albano Casali ed Enzo Adami.

Personalità eclettica, Martelli, alla professione di postino ha sempre affiancato e praticato le sue molte passioni, quella di scrivere poesie in dialetto, di suonare la fisarmonica, una passione che già nel 1948 l'aveva portato a classificarsi al secondo posto nel concorso nazionale "Farfisa" a Castelfidardo, e poi per molti anni ha suonato nell'orchestra di liscio denominata "Aloha".
Ma la passione di tutta la sua vita è stata il tamburello che cominciò a praticare sin da giovane e con il quale vinse il titolo nazionale di seconda categoria, l'attuale serie B, una prima volta nel 1950 e quello di prima categoria , l'attuale serie A, nel 1952 e nel 1959 con la "Carpani" Goito.

 Mario Martelli nasce il 22/07/1929  e muore a Goito il 15/04/2017. (a cura di Enzo Cartapati)

Eredita la passione per il tamburello dal padre ed inizia a giocare alla fine degli anni’40. 
Nel 1950 insieme ad Albano Casali, Enzo Adami e Angelo Mario Zomini si laurea Campione d’Italia di Serie “B” con la Giuseppe Carpani di Goito, gloriosa Società con la quale vincerà in seguito due Scudetti negli anni 1952 e 1959 e dove militerà per vent’anni consecutivi.

Dal 1971 cambierà orizzonti viaggiando in regioni diverse e militando nell’ordine nel Basaluzzo nell'alessandrino, nel Monale (Asti), nel Roncello di Milano, nel Gabbiola di Lazise dove si laurea Campione d’Italia di Serie “B”, nel Bardolino (VR), nel Monzambano (MN).

 Alla fine degli anni’70 torna a calcare i campi di casa, seppure a poca distanza nella frazione goitese di Cerlongo dove è artefice delle promozioni dalla Serie “D” alla Serie “B” portando sugli scudi il team del Presidente Federico “CIS” Carnevali. 

Nei primi anni’80 emigra nuovamente, questa volta nel Veronese a Pradelle ed anche qui assapora nuovamente il gusto dell’impresa difficile portando la squadra dalla Serie “D” alla Serie “B”. 
Conclude la carriera nel 1984/1985 a cinquantacinque anni.

ricorda con orgoglio e commozione in particolare un torneo nel Monferrato nel 1964 quando con la maglia bianco-celeste della “Carpani” vinse contro gli allora imbattibili Campioni della Belladelli Quaderni, il Fiat Torino ed il Casale Monferrato. <<Quando uscimmo dal campo, fummo attorniati da migliaia di spettatori che volevano il nostro autografo, quasi fossimo dei divi del cinema o calciatori!>>. Mario Martelli da grande campione di tamburello ci lascia all’età di 87 anni.

MARIO MARTELLI: dal 1950 al 1971 Goito, 1972 Basaluzzo, 1973 Monale, 1974 Roncello, 1975 Lazise, 1976 Bardolino, 1977 Castellaro, 1978/79/80 Cerlongo, 1981/82 Predelle, 1983/84/85 Cerlongo

 

Dona al sito Tambass.org
E dai, offrimi un calice di vino!
Siate generosi, per favore

Login

Meteo

giweather joomla module

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Cookie Policy Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui Cookies e su come disabilitarli, potete visitare la nostra pagina di privacy policy.

  Accetto i Cookie da parte di questo sito.