Max Vacchetto passa a Dolcedo. A Corino il derby con Marcarino

Ok Campagno che nonostante un problema a una spalla si è imposto su Dutto.

in copertina serie B: i battitori Di San Biagio e Monticello (Paolo Danna e Fabio Gatti)

Quella conclusa ieri è stata un’altra giornata di intense sfide per la pallapugno (secondo turno di serie A). L’ultimo risultato di questo lungo e intenso week end pasquale arriva dal suggestivo sferisterio di Dolcedo (Imperia) dove l’Araldica Castagnole di Massimo Vacchetto, Gianluca Busca, Lorenzo Bolla, Emanuele Prandi ha battuto facilmente la quadretta di casa priva del capitano e battitore Daniele Grasso (problema muscolare a una gamba) sostituito in battuta da Ascheri: 11-5 il risultato a favore del campione d’Italia. 
Sabato e domenica si sono intanto disputate le altre sfide che hanno avuto il clou nel derby domenicale di Monastero Bormida tra il Bubbio (Roberto Corino, Umberto Drocco, Stefano Bocca, Michele Vincenti, Andrea Corino: dt Giulio Ghigliazza) e la Santostefanese Santero 958 (Massimo Marcarino, Michele Gianpaolo, Marco Cocino, Stefano Nimot, Gabriele Gazzano; dt Alberto Bellanti). 
Corino ha dominato la sfida (11-4) condizionata dal vento laterale. «Corino - come ha sottolineato alla fine Massimo Berruti, che fu il protagonista del l’epopea scudettata di Monastero negli Anni ’70-80 - ha interpretato alla perfezione il match mentre Marcarino ha pagato un po’ lo scotto del l’emozione al debutto nella sfida contro gli ex compagni di squadra”. In tribuna (gremita da oltre 300 spettatori) altri campioni e campionissimi come un sempre giovanile Felice Bertola, elegantissimo in camicia a righe azzurre, pullover blu e Ray Ban verdi, i sempre effervescenti Piero Galliano e Italo Gola e un altro indimenticato protagonista come Blengio, oltre al tamburellista Alessio Monzeglio. Risultato mai in discussione e gara di fatto chiusa sull’8-2 per i padroni di casa. Corino alla fine campione anche di fair play : «Abbiamo giocato senza strafare, io ho fatto il mio ma non è stata una passeggiata: Marcarino ha giocato dei bei palloni». 
Grande equilibrio invece nella sfida di San Benedetto Belbo di Dutto con la Torronalba Canalese di Campagno. Grande equilibrio fino al 4-7 quando Campagno ha avvertito una fitta ad una spalla. Il capitano canalese è rimasto in campo, sempre in battuta, sostenuto al ricaccio da Giribaldi e con Dutto che si è riavvicinato fino all’all’8-9. Poi la stretta finale con vittoria 11-8 della Canalese. Queste le dichiarazioni del dopo partita raccolte da Fabio Gallina, portavoce della Federazione. «Campagno è voluto rimanere in campo – ha spiegato il dt canalese, Ernesto Sacco – e alla fine ha portato a casa la partita. Vedremo nei prossimi giorni, dopo gli esami del caso, qual è l’entità dell’infortunio». Un po’ di rammarico in casa Alta Langa. «Per come si è messa la partita – ha spiegato il coach Gianni Costa – forse potevamo farcela. Ma resta il fatto che di fronte avevamo un supersquadra come quella Canalese». 

Serie A Trofeo Araldica  
Tre formazioni a punteggio pieno in testa alla classifica della Serie A Trofeo Araldica: Acqua S.Bernardo Bre Banca Cuneo, Araldica Castagnole Lanze e Torronalba Canalese. E tutte e tre, nella seconda giornata, hanno conquistato il punto in trasferta. 
I cuneesi di Federico Raviola si sono imposti 2-11 (2-8 al riposo) a Cortemilia con l'Egea di Enrico Parussa, i roerini di Bruno Campagno 8-11 (4-6 al riposo) a San Benedetto Belbo con la Clinica Tealdo Scotta Alta Langa di Davide Dutto, i campioni d'Italia capitanati da Massimo Vacchetto 5-11 (3-7 al riposo) a Dolcedo con la Ristorante Flipper Imperiese, che schierava in battuta Giovanni Ascheri al posto di Daniele Grasso.
Le altre partite. La Bioecoshop Bubbio di Roberto Corino ha conquistato agevolmente il primo punto della stagione, vincendo 11-4 (8-2 al riposo) il match casalingo di Monastero Bormida con la 958 Santero Santo Stefano Belbo di Massimo Marcarino. Primo punto, forse inaspettato, anche per la Mondofood Acqua S.Bernardo Merlese, con Marco Magnaldi in battuta al posto dell'infortunato Andrea Pettavino, che si è imposta 11-10 a Mondovì con l'Araldica Pro Spigno di Paolo Vacchetto, affiancato nel ruolo di centrale dal papà Giorgio, sostituto dell'acciaccato Davide Amoretti.

Seconda giornata
Egea Cortemilia-Acqua S.Bernardo Bre Banca Cuneo 2-11
Bioecoshop Bubbio-958 Santero Santo Stefano Belbo 11-4
Clinica Tealdo Scotta Alta Langa-Torronalba Canalese 8-11
Mondofood Acqua S.Bernardo Merlese-Araldica Pro Spigno 11-10
Ristorante Flipper Imperiese-Araldica Castagnole Lanze 5-11

Serie B
C'è una sola squadra al comando della classifica del campionato cadetto dopo tre giornate, anche se ci sono ancora molti i recuperi da giocare. Ai cinque incontri rinviati nella giornata d'apertura (il primo recupero è già in programma mercoledì 19 aprile, alle 21, a Cuneo, tra l'Acqua S.Bernardo Bre Banca e la Bormidese) si è aggiunta la partita di Pieve di Teco, tra la Tallone Carni Onlus Ferrari Valle Arroscia di Daniel Giordano e la Bormidese di Matteo Levratto, sospesa per pioggia sul 3-0: proseguirà giovedì 4 maggio, alle 17.30.
Tutto facile per la capolista Surrauto Monticellese di Fabio Gatti, che ha superato 11-1 il San Biagio di Paolo Danna. Staccate di una lunghezza troviamo la Bcc Pianfei Pro Paschese di Marco Fenoglio e l'Acqua S.Bernardo Bre Banca Cuneo di Gilberto Torino, che hanno rispettivamente sconfitto il Credito Cooperativo Caraglio di Enrico Panero (11-3) e la Virtus Langhe di Nicholas Burdizzo (11-6).
Primo punto stagionale per la Don Dagnino di Claudio Gerini, che ha espugnato lo sferisterio di San Rocco di Bernezzo, superando 4-11 la Speb di Stefano Brignone, mentre l'Alfieri Montalbera Albese di Cristian Gatto ha dovuto sudare le fatidiche sette camicie per imporsi 10-11 a Monastero Bormida con l'Araldica Valle Bormida, che ha schierato in battuta Stefano Asdente al posto dell'infortunato Ivan Orizio.

Terza giornata
Tallone Carni Onlus Ferrari Valle Arroscia-Bormidese sospesa per pioggia sul 3-0, prosegue giovedì 4 maggio ore 17.30
Surrauto Monticellese-San Biagio 11-1
Bcc Pianfei Pro Paschese-Credito Cooperativo Caraglio 11-3
Acqua S.Bernardo Bre Banca Cuneo-Virtus Langhe 11-6
Araldica Valle Bormida-Alfieri Montalbera Albese 10-11
Speb-Don Dagnino 4-11
Riposa: Morando Neivese

Serie C1
Fattore campo rispettato nella giornata d'esordio del campinato di Serie C1.
Soltanto una vittoria esterna, quella della Torronalba Canalese di Marco Battaglino, che ha espugnato 7-11 (4-6 al riposo) lo sferisterio di Diano Castello con gli "Amici" di Fabio Novaro Mascarello.
Negli altri incontri la Daziano Lubrificanti Merlese di Andrea Daziano ha sconfitto 11-5 (7-3 al riposo) i liguri della Don Dagnino capitanati da Germano Aicardi, mentre sono stati necessari ventuno gioco alla Mgm Surrauto Priocchese di Omar Balocco per avere ragione della Banca d'Alba Olio Desiderio Ricca di Tommaso Boffa: 6-4 a fine primo tempo, 11-10 il finale. 
Debutto vincente per Taggia Imperiese di Giovanni Ascheri che supera 11-5 (7-3 al riposo) la Salumificio Benese di Paolo Sanino, mentre nel "derby di famiglia" a Caraglio, vittoria del Credito Cooperativo A di Francesco Isaia su Credito Cooperativo B di Enrico Vallati per 11-8 (5-5 al riposo).

Prima giornata
Amici Castello-Torronalba Canalese 7-11
Daziano Lubrificanti Merlese-Don Dagnino 11-5
Mgm Surrauto Priocchese-Banca d'Alba Olio Desiderio Ricca 11-10
Taggia Imperiese-Salumificio Benese 11-5
Credito Cooperativo Caraglio A-Credito Cooperativo Caraglio B 11-8
Riposa: Centro Incontri

Dona al sito Tambass.org
E dai, offrimi un calice di vino!
Siate generosi, per favore

Login

Meteo

giweather joomla module

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Cookie Policy Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui Cookies e su come disabilitarli, potete visitare la nostra pagina di privacy policy.

  Accetto i Cookie da parte di questo sito.