Coppa Italia 2018 open

Cavaion si conferma, Dossena ok nel femminile, in B trionfano Bonate Sopra maschile e Cavrianese nel femminile

Si è conclusa martedì 14 agosto sul campo di Cavriana la Coppa Italia di tamburello. In campo la serie A e B, maschile e femminile. 

Conquistano i trofei la veronese Cavaion (A maschile), la bergamasca Bonate Sopra (B maschile), l'altro team orobico del Dossena (A femminile) e la mantovana Cavrianese (B femminile). L'evento per il secondo anno consecutivo è stato organizzato dalle società mantovane Castellaro, Guidizzolo e Cavrianese. Bilancio molto favorevole alla Lombardia che conquista tre Coppe su quattro e il secondo posto in serie A maschile, dove si registra il trionfo di una squadra veneta, la veronese Cavaion. Coppa Italia ampiamente positiva per i team bergamaschi con la finale di B maschile fra due compagini orobiche (Bonate e Arcene) e la A femminile con il Dossena. Le brembane conquistano un trofeo molto prestigioso, dopo la splendida annata 2014, dove conquistarono il titolo di serie B, la promozione in A, la Coppa Italia e la Super Coppa. In quel Dossena giocavano Luana Bonzi, Debora Cavagna e Simona Trionfini. Al gruppo storico, si sono unite giocatrici di grande livello quali Monia Donadoni, Germana Baldo, Chiara e Beatrice Zeni. 

SERIE A MASCHILE

Si conferma il Cavaion. I campioni d'Italia dopo aver vinto a punteggio pieno il loro girone in semifinale hanno sofferto molto. Contro il team alessandrino del Cremolino, i ragazzi di Stefania Mogliotti, dopo aver vinto agevolmente il primo set 6-0, nel secondo soffrivano fino alla fine. Si arrivava al 5-4, 40 pari. Risolveva il francese Yohan Pierron, con un 15 da applausi ed era 6-4. Il Cremolino, seppure umiliato nel primo set, usciva dal campo a testa alta, facendo soffrire una formazione di gran lunga superiore. 

Primo posto a punteggio pieno anche per il Castellaro. La squadra di Luca Baldini soffriva contro il Cremolino, ma riusciva a vincere e a ottenere la semifinale, visto anche il successo ottenuto nel derby mantovano contro la matricola Ceresara. Il team alessandrino metteva sotto il Castellaro soprattutto nel secondo set, ma avanti 5-3, ad un passo dalla vittoria, i ragazzi di Antonio Surian si fermavano e subivano la rimonta dei rivali, vittoriosi per 6-5. Analogo discorso in semifinale contro la trentina Sabbionara. La squadra trentina nel primo set giocava fino al 2-2, poi i mantovani facevano un bell'allungo, conquistando quattro giochi di fila ed era 6-2.

Nel secondo set i mantovani avanti 3-0 si facevano superare sul 4-3. Il Castellaro era costretto a cambiare disposizione tattica, Luca Festi andava a fondocampo e Saverio Bottero in posizione centrale. Il Castellaro ribaltava il risultato con tutta la qualità e l' esperienza dei suoi campioni. 

La finale era una gara spettacolare, con il Cavaion che andava sotto 5-0, cosa alquanto insolita. Seguiva una grande rimonta fino al 5-5, poi il ko, ma i veronesi nel secondo set e nel tie break si riscattavano. Nel Castellaro buona gara di Luca Festi, nel Cavaion non la migliore giornata per il terzino Stefano Previtali, rimpiazzato da Mattia Barbazeni a inizio secondo set. Incontro durato oltre quatto ore. Il Castellaro in questo momento della stagione sembra fare fatica ad evitare i cali. L'assenza di Manuel Festi si sente e non poco. Coppa Italia positiva per Sabbionara e Cremolino. Mezzolombardo e Ceresara non ottengono le semifinali. Ai trentini risulterà fatale il ko rimediato nel derby contro il Sabbionara. (erano avanti 4-0 nel tie break).

A FEMMINILE

Cosi come era successo nelle semifinali scudetto Tigliolese e Dossena hanno avuto la meglio su San Paolo D'Argon e Mezzolombardo. Nella prima gara, successo agevole delle campionesse d'Italia contro il San Paolo D'Argon. Gara deludente per le bergamasche, soprattutto a fondocampo, dove ad eccezione di Serena Barcella, Veronica Trapletti e Roberta Pirola commettevano molti falli. Senza storia la sfida fra Dossena e Mezzolombardo. Nel primo set trentine ko dopo 35' di gara. In finale Dossena – Tigliolese. Successo delle orobiche al tie break. Gara molto combattuta con ben 11 quaranta pari. Molto contestata dalla panchina bergamasca la pallina decisiva che ha risolto il primo set. La gara era in perfetta parità 5-5 (40 pari). Beatrice Caranzano faceva il 15 decisivo, anche se per la panchina del Dossena la pallina non aveva superato la metà campo. La terna arbitrale era però di diverso avviso. Nel secondo set tie break, gara molto combattuta e nel tie break la Tigliolese si faceva rimontare un vantaggio di 6-2 chiudendo sotto 8-6. Nella Tigliolese a fondocampo Gaia Zai ha giocato ancora una volta sul lato sinistro del campo e Silvia Gozzelino a destra. 

B MASCHILE

Il Bonate di Sopra si conferma a suo agio contro le grandi. Dopo aver battuto nei gironi di qualificazione la capolista del girone B, la mantovana Cereta in semifinale, Michele Fraccaro e compagni facevano un'altra vittima illustre, il Chiusano di Riccardo Dellavalle e Andrea Petroselli, squadra che ha chiuso in vetta il girone A di serie B. Nell'altra semifinale successo al tie break dell'Arcene sul Castiglione. Mantovani in gran spolvero nel primo set, vinto sei a zero. Il Castiglione per il secondo anno consecutivo si deve arrendere in semifinale. L'anno scorso il team mantovano del presidente Mario Margoni fu sconfitto nel derby mantovano dal Ceresara. 

In finale altra impresa del Bonate di Sopra, squadra che in settembre dovrà fare i play out per mantenere la categoria, mentre l'Arcene cercherà di conquistare la serie A, traguardo solo sfiorato nel 2017, dove gli orobici sono stati sconfitti nello spareggio decisivo di Goito dal Tuenno. 

B FEMMINILE

Il Monale si conferma bestia nero del Segno. Dopo aver estromesso la squadra trentina nei play off, Aurora Tonon e compagne hanno fatto il bis in Coppa Italia. Il Segno ha pagato la poca esperienza di molte sue giocatrici di età 14-15 anni. Le astigiane si sono imposte nel finale al tie break 8-6. Al tie break anche la seconda semifinale fra Cavrianese e Cavalcaselle. Le veronesi sono state inserite nella fase finale di Coppa Italia per sostituire il Viarigi Feliciani che ha comunicato di non poter prendere parte alla manifestazione. Il Cavalcaselle ha impensierito le vice campionesse d'Italia, sfruttando l'esperienza del suo nuovo acquisto Giulia Sperotto. Il team mantovano ha confermato tutte le sue qualità, voglia di lottare e soffrire fino alla fine. Le giovani mantovane guidate in panchina da Paolo Foroni e Stefano Anversa sono cresciute notevolmente. Decisive Martina Ghirardi e il capitano Paola Rinaldo, ma tutte le giocatrici sembrano ormai pronte per i grandi palcoscenici. In finale la Cavrianese metteva ko il Monale, riscattando cosi la sconfitta nella finale scudetto di Faedo. 

RISULTATI

Serie A maschile 

Girone 1

Cavaion-Sabbionara 6-3, 6-1, Mezzolombardo – Sabbionara 6-5, 4-6 (tb 7-9), Cavaion – Mezzolombardo 6-0, 6-0. Classifica: Cavaion 6, Sabbionara 2, Mezzolombardo 1.

Girone 2

Castellaro – Cremolino 6-1, 6-5, Ceresara – Cremolino 6-1, 2-6 (tb 2-8), Castellaro – Ceresara 6-3, 6-4. Classifica: Castellaro 6, Cremolino 2, Ceresara 1. 

Dà regolamento accedono alla fase finale le prime due classificate di ogni girone con la formula delle semifinali incrociate.

1° semifinale – Cavaion-Cremolino 6-0, 6-4, 2° semifinale – Castellaro-Sabbionara 6-2, 6-4

Finale Cavaion – Castellaro 5-6, 6-3 (tb 8-6). Cavaion conquista la Coppa Italia di serie A maschile

Serie A femminile

1° semifinale – Tigliolese-San Paolo d’Argon 6-3, 6-1, 2° semifinale – Dossena-Mezzolombardo 6-0, 6-2. Finale Dossena – Tigliolese 5-6, 6-4 (tb 8-6). Dossena conquista la Coppa Italia di A femminile

Serie B maschile

1° semifinale – Bonate Sopra-Chiusano 6-4, 2-6 (tb 8-6). 2° semifinale – Arcene-Castiglione 0-6, 6-2 (tb 8-5). Finale: Bonate Sopra – Arcene 6-1, 2-6 (tb 8-4). Bonate conquista la Coppa Italia di serie B maschile. 

Serie B femminile

1° Semifinale: Segno-Monalese 6-2, 5-6, (tb 6-8), 2° semifinale: Cavrianese-Cavalcaselle 3-6, 6-1 (tb 8-5). Finale: Monalese- Cavrianese 2-6, 6-5 (tb 8-10). Conquista la Coppa Italia la Cavrianese. 

 

Dona al sito Tambass.org
E dai, offrimi un calice di vino!
Siate generosi, per favore

Meteo

giweather joomla module

Login

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Cookie Policy Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui Cookies e su come disabilitarli, potete visitare la nostra pagina di privacy policy.

  Accetto i Cookie da parte di questo sito.