Il Cremolino in semifinale di Coppa Italia

DOMENICA POMERIGGIO A GUIDIZZOLO IL CREMOLINO AFFRONTERA' IN SEMIFINALE I PREDESTINATI DEL CAVAION. UN ONORE ESSERCI

Una grande vittoria quella del Cremolino ottenuta martedì al tie break contro un ostico Ceresara da festeggiare subito con una foto ricordo con i pochi ma buoni sostenitori al seguito ed i nuovi sgargianti tamburelli Cobra ed in seguito con un brindisi a tavola. Ieri sera con la sofferta vittoria del Castellaro sul Ceresara per 6-3 6-4, risultato con tanti 40 pari che non rende in pieno il merito alla prova del team di Pezzini. Sul 1-3 qualcuno inizia a fantasticare su di un biscotto dal retrogusto amaro con il team di Baldini che rischiava subito di finire nelle grinfie del famelico Cavaion. Lottando quindici su quindici il Castellaro ha vinto il girone stringendo i denti per sopperire all'assenza pesante di Manuel Festi sostituito dal volenteroso Saverio Bottero.

Castellaro affrontato in notturna anche dal Cremolino nella giornata inaugurale dopo aver perso nettamente il primo set 6-1 nel secondo erano avanti 5-3 poi i ragazzi del patron Danieli non ha concesso praticamente nulla. I treni bisogna prenderli quando passano, qualche rimpianto per non aver provato ad  adottare un tattica più attendista ma resta l'orgoglio per aver fatto tremare i mantovani.

Per chi arrivava con l'adrenalina dall'euforia del muro ha lasciato perplessi il pubblico non molto numeroso nella gara con il Ceresara che si è dimostrata molto difficile com'era nei timori della vigilia. Squadra ben messa in campo da mister Grandelli con due ministri della difesa dietro (Perottoni e Cimonetti), gioco attendista e pochi falli si è dimostrata subito rognosa con il primo set ormai di default perso 6-1. Zampini in mezzo ha fatto la differenza sfruttando il gioco corto degli ovadesi a cominciare da Merlone tolto nella parte finale del set. Oddone nuovo terzino, Alessio Basso in mezzo. 

Nel secondo set scenario cambiato con i primi due trampolini lottati ma con i ragazzi di Surian a fare l'andatura. Un Ferrero in formato deluxe imposta bene il gioco facendo entrare anche Merlone in partita, Briola inizia a prendere il comando del le operazioni con Zampini meno incisivo. Al cordino più incisivi i fratelli Basso. Una volta compiuto lo strappo i piemontesi prendono il largo affermandosi 6-2. Si va al tie break mantovani avanti 2-0 vengono in seguito travolti dal gran finale degli ovadesi che centrano così un'altra prestigiosa semifinale. Il precedente nelle finali scudetto a Noarna nell'anno di Luca Baldini dove uscirono a testa alta con il Cavaion puntuale all'appuntamento tricolore.

Missione impossibile domenica pomeriggio per l'orgoglio del tamburello piemontese ma vanno tutti applauditi per essere arrivati con una squadra operaia fin lì, usciranno tra gli applausi ed è sempre un onore affrontare i vari Pierron, Merighi, Samuel Valle, Cavagna, Previtali diretti da Stefania Mogliotti.

Tanto Piemonte anche nella semifinale notturna con il Sabbionara targato Piemonte di Bonando; Belluardo e Davide Gozzelino che affronterà con quilche chances di successo il Castellaro di Manuel Beltrami e dell'ovadese Saverio Bottero. Mantovani si fan forza sul blocco trentino con Luca Festi strepitosi ultimamente a fondocampo tornato mezzovolo per l'assenza del fratello Manuel, Ioris e Gasperetti i terzini.

Dal giorno alla notte, se la semifinale diurna è stata faticosa da seguire quella del derby trentino è stato spettacolo puro, peccato la mancanza di filmati dove si son viste giocate e recuperi da cerchioletto rosso. Di fronte per il derby trentino Sabbionara - Mezzolombardo dove non tradendo la loro scuola ci han tirato dall'inizio alla fine. Ha vinto 9-7 al tie break rimontando da 0-4 il Sabbionara di mister Fiorini, con i giocatori più incisivi nei punti importanti. Tanti amaro in bocca per i ragazzi di Negherbon sicuramente non dimostratesi inferiori. Primo set deciso all'ultimo punto (nessun professionista di altri sport accetterebbe di giocarsi tutto in un punto solo) a favore dei giovani rampanti del Mezzolombardo. Il Sabbionara barcolla ma non molla rimontando giochi anche da 15-40 ed ora domenica sera andrà a giocarsela ad armi pari con i vice campioni uscenti del Castellaro.

Dona al sito Tambass.org
E dai, offrimi un calice di vino!
Siate generosi, per favore

Meteo

giweather joomla module

Login

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Cookie Policy Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui Cookies e su come disabilitarli, potete visitare la nostra pagina di privacy policy.

  Accetto i Cookie da parte di questo sito.