Arcene e Castelli Calepio soddisfatti della ripartenza

Arcene e Castelli Calepio soddisfatti della ripartenza.

- A sei mesi di distanza dallo stop giustamente deciso a marzo dalla Federtamburello nel rispetto delle norme governative per contenere il diffondersi del Covid-19, domenica scorsa due compagini orobiche delle serie nazionali, Arcene (serie A) e Castelli Calepio (serie B), sono ritornare in campo per una gara ufficiale. A Cereta, nel mantovano, si sono confrontare nella gara di qualificazione del Torneo autunnale proposto dalla società locale e il risultato ha promosso alla finale di domenica prossima l’Arcene capace di imporsi per 12 a 8 dopo poco più di due ore e mezza.

Il Castelli Calepio ha retto benissimo il confronto sino al parziale di 4 pari. Suppergiù per un’ora. Poi le qualità individuali degli arcenesi hanno fatto la differenza nel risultato, però meno facilmente di quanto si poteva aspettare vista la diversa appartenenza di categoria delle due squadre. Una prestazione, quella dei calepini, che ha soddisfatto del tutto il presidente Marino Belotti. «Per essere la prima vera partita, dopo sei mesi di fermo, ho visto i ragazzi determinati e molto efficaci nella qualità dei rinvii e nel contrastare il gioco degli avversari – affermava al termine – Questo non può che farmi piacere e sperare che, nel poco che resta di questa stagione anomala, si possa ben figurare in altri gare magari con un risultato diverso di questa che a mio parere è stata una bella gara».

Effettivamente la sfida di domenica è stata vivace e combattuta tra due squadre speculari nella tattica in campo, con organici ampiamente rinnovati ma già ben impostati in campo.  Così ha fotografato la partita Corrado Gatti, presidente dell’Arcene presente ai bordi del campo con un discreto numero di spettatori. «E’ stato un confronto piacevole ed equilibrato soprattutto all’inizio quando abbiamo stentato a prendere le giuste misure nei rinvii sulla lunga distanza. Calibrati i rinvii abbiamo concretizzato il gioco in misura superiore al Castelli Calepio a cui va comunque riconosciuto il merito di essere sempre stato pericoloso».

- Chi le è piaciuto di più della sua squadra?

«Sul piano del gioco non sono rimasto sorpreso perché avevo previsto un approccio di questo tipo alla prima partita ufficiale, a livello individuale ho avuto la conferma che i neo acquisti Gozzelino, Festino e Guerra sono giocatori con ottime qualità per dare un contributo importante alla nostra squadra».

Nella finale di domenica prossima (ore 15,30) l’Arcene affronterà la formazione di serie A del Guidizzolo che nell’altra gara di qualificazione ha superato per 12 a 6 il Cereta.

Nella foto le due squadre scese in campo domenica.

Dona al sito Tambass.org
E dai, offrimi un calice di vino!
Siate generosi, per favore

Meteo

giweather joomla module

Login

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Cookie Policy Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui Cookies e su come disabilitarli, potete visitare la nostra pagina di privacy policy.

  Accetto i Cookie da parte di questo sito.