Cavaion-Castellaro, altro trofeo in palio. Fede Merighi e Manuel Festi analizzano il big match

Cavaion-Castellaro, altro trofeo in palio. Fede Merighi e Manuel Festi analizzano il big match
Nelle ultime stagioni è stato il duello che ha monopolizzato la scena, con le parti intente a spartirsi trofei come ci aspetterebbe durante un simile duopolio. Domenica alle 15 Castellaro e Cavaion si sfideranno in terra scaligera nell'ultimo turno di campionato. Dopo ventuno giornate le due pretendenti al titolo sono ancora appaiate a quota 58, chi vincerà lo scontro diretto sarà dunque incoronato campione d'Italia. Saranno i veronesi ad alzare la coppa al cielo, come già accaduto in quattro delle ultime cinque annate, o i virgiliani, che si presentano con il record stagionale di 2-0 negli scontri diretti?
“Servirà una partita quasi perfetta, le probabilità di vittoria sono al 50 e 50 - attacca Manuel Festi, mezzovolo del Castellaro - vero che dopo la sosta abbiamo perso il punto di vantaggio nei loro confronti, ma sarebbe servito solo da ‘paracadute’ per un eventuale spareggio. Invece, con questa situazione di classifica, la più forte vincerà e si aggiudicherà il titolo. Conosciamo i nostri avversari, non mollano mai, dovremo presentarci là per giocare a viso aperto e sfruttare ogni minima occasione. Ovviamente loro avranno il vantaggio dello sferisterio di casa e dei tifosi, ma non sarebbe la prima volta che li battiamo sul loro terreno. Io ora mi sento bene - chiosa il forte centrale - dopo la sosta sono ripartito con qualche problema, ma è tutto alle spalle. Sto finalmente risentendo le giuste sensazioni".
Per Federico Merighi, grande ex della contesa e fratello di Alessandro - talentino del Castellaro - affrontare il team di patron Danieli ha sempre un significato peculiare: "Anche all’andata sentivo emozioni particolari - racconta il fondocampista trentino - quando ritrovo il Castellaro non è mai una sfida banale, ancor di più visto che avrò di fronte il mio fratellino Alessandro. Dal nostro canto arriviamo bene alla sfida, con prestazioni quasi perfette, mentre loro hanno faticato un po’ di più. Inoltre questo sarà per noi l’ultimo anno insieme (visto che nella prossima stagione lo sponsor della squadra Guido Peroni farà un passo indietro e i veronesi ridimensioneranno le proprie ambizioni ndr) e sono motivato più che mai per regalare a Guido altre gioie, se lo meriterebbe per quello che ha fatto per il tamburello e per me, visto che mi ha sempre trattato come un figlio”. Merighi concorda in toto con quanto detto da Festi, ma non perde l'occasione di fare sana pretattica: “50 e 50? No, sono loro i favoriti, ci hanno già battuto due volte, sia all’andata che in finale di Coppa Italia”. Chiunque ne uscirà sconfitto avrà subito possibilità di rivincita nel match di Supercoppa, in programma domenica 29 a San Pietro in Cariano, nel frattempo non resta che godersi l'ennesimo capitolo di questa faida sportiva. 

Dona al sito Tambass.org
E dai, offrimi un calice di vino!
Siate generosi, per favore

Meteo

giweather joomla module

Login

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Cookie Policy Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui Cookies e su come disabilitarli, potete visitare la nostra pagina di privacy policy.

  Accetto i Cookie da parte di questo sito.