Il Muro si prepara all'edizione numero 44

IL BRAGALARE DEI TIFOSI RIACCENDE LA FIAMMA DEL MURO

Mancano meno di 50 giorni all'inizio dell'edizione numero 44 del Torneo di tamburello a muro del Monferrato, storica manifestazione della zona. La fine annunciata di un inverno poco piovoso ma sufficentemente innevato inizia a riscaldare gli animi degli irriducibili tifosi monferrini che, come succede dal 1976 a questa parte, iniziano ad animare con discussioni infinite fatte di azzardate previsioni e memorabili ricordi  i saloni  sempre più vuoti dei ritrovi pomeridiani over 60, attirando a volte le attenzioni e le curiosità di quei pochi turisti  avventurieri che increduli si domandano come mai questo gioco da molti sconosciuto  sia capace ai giorni nostri di creare conversazioni che a volte sfociano in lite. 

Per la quinta volta saranno 9 i team al via in serie A (precedenti nel 1998, 2011, 2016 e 2017)  in rappresentanza di 8 paesi. Torneo al via nella penultima di marzo, probabilmente con un anticipo sabato 22, finale in sede da stabilirsi domenica 4 agosto.

Squadra da battere i campioni in carica del GRAZZANO, che, confermata la coppia di fondo Vittorio Fracchia - Maurizio Marletto, cambia il look nella linea avanzata con l'ingaggio di 3 giocatori mancini (Federico Arrobio, Andrea Andrin e Marco Veiluva) con a disposizione il fedelissimo Pietro Giroldo ed il giovane Alessio Oliverieri. Sempre attivo al vertice della piramide del paese di Pietro Badoglio lo storico dirigente Piero Monti, contornato da un valido e vincente gruppo, allenatore Fabiano Penna. 

Montemagno, il tifo sotto gli ombrelli.

Cambi in vista anche a MONCALVO, squadra finalista nel 2018. Confermati il battitore Manuele Tirico ed il terzino Luca Siciliano, arrivano sotto le torri di Aleramo 2 giovani giocatori che potrebbero fare il salto di qualità, Matteo Forno e Christian Tinto a cui si aggiunge la new entry Daniele Sorba. Nelle retrovie rimangono Enrico Bacchiella ed il suo staff con conferma in panchina per Pierino Alciati da Rocca, affiancato dal polacco Andrzej Mysliwiec, mago dell'hockey su prato.

Desideroso di riscatto appare il MONTEMAGNO. I biancorossi confermano l'ossatura capace di un ottima regular season nel 2018 con Alberto Botteon, Riccardo Molino e Massimo Savio ma cambiano la fascia esterna con gli ingaggi di  Emanuele Stracuzzi, Matteo Bertone e Franco Zitti. Il gruppo societario guidato da Giulio Griffi riconferma anche l'allenatore Fulvio Natta, personaggio mitologico della manifestazione dimostratosi protagonista anche a bordo campo. 

Buoni propositi anche a VIGNALE, unico paese alessandrino al via. Confermati Elia Volpe, Luca Tibaldero, Andrea Carretto e Stefano Scifo arrivano sotto il muro del Cesare Porro Simone Maschio ed Emanuele La Rosa, possibile arma in più della situazione. Il numeroso gruppo di appassionati locali che fa capo a Sergio Deevasis conferma in panchina la coppia Andrea Morrone - Maurizio Francia.

Castell'Alfero vintage

28 stagioni complessive di serie A open in campo è l'ottimo biglietto da visita del MONTECHIARO. Resta solo il capitanissimo Davide Tirone al quale si affiancano Alessio Monzeglio, Paolo Baggio, Daniele Cestari e Francesco Nebbia. Oltre  ai dirigenti della Pro Loco guidati da Renzo Parena e Paolo Quilico ritorna a bordo sferisterio dopo qualche anno di assenza Paolo Luzi.

Dopo un 2018 vissuto da rivelazione si attende conferma dal CASTELL'ALFERO. All'ombra della Bombonera rimangono Christian Dacasto, Giacomo Raschio, Nicolò Dettori, Matteo Barbano e Iacopo Leva. Grande ritorno in patria per il battitore Fausto Sappa che rinforzerà la squadra insieme ad Emanuele Guolo. Regia affidata ai simpatici Nuccio De Maria e Fabrizio Pontacolone.

Ottimo mercato per la società CASA PALETTI TONCO. Confermati Andrea Gerbi, Massimo Accossano, Silvio Massirio e Riccardo Jeantet, grande attesa per i nuovi acquisti Ivan Briola e Guglielmo Ulla a cui si aggiungono anche Paolo Artuffo e Mohan Jasa. Dopo una stagione di apprendistato il gruppo di Renzo Artuffo affida la panchina all'esordiente Piero Redoglia, già protagonista in campo di una storica tripletta di vittorie in terra tonchese.

Sovraffollamento a Calliano

Tabula rasa a CALLIANO dove Paolo Belluardo, Marco Bottino & company optano per un quintetto a trazione grazzanese con il tanto atteso ritorno in campo di Edoardo Biletta insieme ai fratelli Emanuel e Mirko Monzeglio. Completano i quadri Federico Pavia ed Amedeo Gatti. A bordocampo esperienza garantita con Piero Deluca ed Alberto Bicocca. 

Si riaffaccia nel Torneo dopo 2 anni di assenza il RILATE MONTECHIARO guidato in campo dal glorioso Stefano Panzini. Insieme a lui un mix di gioventù ed esperienza con Fabrizio Artuffo, Federico Belvisotti, Alessandro Bossetto, Isolino Inquartana e Davide Soffientino. Navigato anche il timone societario con Bruno e Beppe Bonanate a far da traino ad una società ben strutturata.

Per la ventiduesima volta (3 edizioni fra il 1987 e il 1989 le altre dal 2002 ad oggi) al via anche la serie B. Edizione 2019 con 12 squadre al via che dopo la prima fase verranno divise in 2 categorie.

Sferisterio di Moncalvo

Nel girone A favorito il neoretrocesso PORTACOMARO, forte dei gemelli Boltri, Borgo, Poncini e Max Stella. Ad insidiarlo troveremo il  MONTEMAGNO con in campo i promettenti giovani Luca Soffientino, Marco Rabagliati ed Alessio Manni, il rodato MONTECHIARO di Andrea Germano, il CAMERANO forte di Oscar Gavello, la seconda squadra del VIGNALE ed il CALLIANO di Cuniberti, rientrante in categoria.

Nel girone B al via la prima squadra del VIGNALE, fresca vincitrice del Campionato Nazionale di C, il TONCO di Daniele Moisio ed Alessandro Accomazzo, l'allegro gruppo del SETTIME guidato dal veteranissimo Fabrizio Stella (primo ad esordire nella manifestazione fra tutti gli atleti al via nel 1979), la seconda squadra del PORTACOMARO e 2 team di MONCALVO, il primo con Bella, Ferro, Patelli e Zanotto, il secondo con Igor Tapparo e soci tra cui gli ovadesi Tassitro e Gollo.  

Ancora in cantiere la serie D-Torneo dei Borghi, anche se voci di corridoio stanno delineando i quadri.

Ad inseguire i campioni in carica del BASALUZZO capitanato da Diego Delfitto dovrebbero presentarsi il giovane PIEA diretto da Umberto Sampietro, il TIGLIOLE di Franco Quaglia, i giovani di FRASSINELLO, un altra squadra di MONCALVO diretta da Massimo Tapparo, il gruppo storico del VIARIGI di Angelo Mortara, il REAL CERRINA di Pierangelo Cane, il multietnico MONTEMAGNO guidato da Paolo Monaca ed  il SERRALUNGA DI CREA, finalista nel 2018. 

Unica nota dolente rimane l'addio, speriamo momentaneo, di 3 piazze in cui si giocava la scorsa stagione. Niente tamburello a muro a GRANA, OVADA e ROCCA D'ARAZZO, paesi che vantano ancora un buon seguito generale. Incoraggiante invece l'impegno a livello giovanile delle società del "murèt"; nelle varie categorie giovanili indoor 2018/19 sono scese in campo delle rappresentative di CASTELL'ALFERO, MONTECHIARO, MONTEMAGNO, PORTACOMARO, RILATE, TONCO e VIGNALE.

 

Dona al sito Tambass.org
E dai, offrimi un calice di vino!
Siate generosi, per favore

Meteo

giweather joomla module

Login

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Cookie Policy Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui Cookies e su come disabilitarli, potete visitare la nostra pagina di privacy policy.

  Accetto i Cookie da parte di questo sito.