2° Memorial Vanni Pesato: vittoria del Montemagno

LA PRIMA GRANDE AFFERMAZIONE DEL NUOVO CORSO DEL MONTEMAGNO. SCONFITTO IN FINALE UN VIGNALE STANCO PUR COMBATTIVO FINO ALLA FINE 

FINALE 2° MEMORIAL VANNI PESATO: MONTEMAGNO - VIGNALE 19-11

MONTEMAGNO: Alberto BOTTEON, Emanuele STRACUZZI, Riccardo MOLINO, Matteo BERTONE, Massimo SAVIO (Franco ZITTI). Dt. Andrea COSTANZO

VIGNALE: Guglielmo ULLA, Davide TIRONE, Elia VOLPE, Andrea CARRETTO, Stefano SCIFO (Christian MAZZONI). Dt Andrea MORRONE

arbitro Mario MACCHIA

inizia il Vignale battuta (1-2, 2-4, 4-5, 5-7, 6-9, 8-10, 8-13, 9-15, 11-16, 11-19)

40 pari: Montemagno 10, Vignale 6

Sono i padroni di casa del Montemagno a succedere al Rocca d'Arazzo nell'albo d'oro del 2° Memorial Vanni Pesato. Dopo la beffa della semifinale scudetto e la sconfitta ai trampolini nella finale di Coppa Italia proprio contro il Vignale è arrivato oggi il primo grande successo del Montemagno con la formazione allestita per il 2019. I dirigenti biancorossi sperano sia la prima di una lunga serie. Fulvio Natta dedica il successo al ricordo di Vanni Pesato: "Sono cresciuto con lui, è stato per me un maestro di tamburello, di vita e poi un amico sincero. Si è sempre distinto per signorilità, generosità ed eleganza. Abbiamo passato momenti indimenticabili, che conservo gelosamente nella mia memoria".

Una gara accorta dei padroni di casa contro un Vignale apparso più stanco e provato dall'impegno molto più dispendioso di ieri contro il Rocca che ha vissuto sull'entusiasmante duello tra Tirone e Monzeglio. Il Montemagno parte subito col piede giusto e dopo aver subito il momentaneo pareggio dell'1 e 5 pari passa a sempre a condurre sfruttando il fatto di poter schierare la formazione nuova allestita per il prossimo anno con un diligente e convincente Stracuzzi al fianco di Botteon con sempre più esperienza tra i bastioni. In mezzo la potenza di Molino ed in prima linea una garanzia con Savio o Zitti a muro e buoni margini di crescita per Bertone al largo.

Nel Vignale un po' affaticato Ulla dopo una stagione memorabile con qualche rimpianto per la gestione della gara di Moncalvo, Tirone parte in mezzo per preservarsi per la seconda parte a dare spinta da dietro, Volpe - giovane gloria locale - ogni tanto si lascia tentare da qualche soluzione ardita ed i terzini paiono meno incisivi. Nonostante questo i gialloneri restano in partita nella prima parte dove ci sono 4 40 pari di fila equamente divisi. La prima fuga dei locali porta al 9-5 ma il Vignale tiene botta centrando 3 40 pari per girare sull'8-10. Segue l'allungo decisivo del Montemagno con un filotto di 5 giochi con ben 4 40 pari. Gli ospiti provano a reagire con la conquista di un paio di giochi ma ormai il divario pare incolmabile e le energie iniziano a mancare. Ultimo giro e trampolino pieno deciso all'ultimo 15 da Riccardo Molino, ironia della sorte proprio il giocatore che a Vanni Pesato sarebbe piaciuto di più per la concezione di spettacolo, di divertire il pubblico nel suo mai essere banale.

L'energia contagiosa dell'organizzatore Vittorio Pesato, nella cena in piazza San Martino con cerimonia di premiazione ed i ricordi commossi di Gian Marostica, Fulvio Natta, Enrico Bacchiella e Mimmo Basso. Una due giorni di tamburello e spettacolo ottimamente organizzati dalla Pro loco e dalla società tamburellistica Montemagno sotto il segno dell'agonismo e della convivialità nello spirito autentico del Sacchi del tamburello.

Dona al sito Tambass.org
E dai, offrimi un calice di vino!
Siate generosi, per favore

Meteo

giweather joomla module

Login

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Cookie Policy Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui Cookies e su come disabilitarli, potete visitare la nostra pagina di privacy policy.

  Accetto i Cookie da parte di questo sito.