Montemagno in fuga. Moncalvo e Grazzano doppio pesante ko

Il Castell’Alfero mantiene vive le speranze playoff Casa Paletti salva l’onore con il Calliano in emergenza.

nella foto di Sergio Miglietta in azione Riccardo Molino e Fausto Sappa della capolista Montemagno

Partite senza storia nella giornata che manda in fuga Montemagno e riapre la volata play off nel massimo campionato a muro. Quarta giornata di ritorno dietro la lavagna per Moncalvo (19-6 a Montemagno) ma soprattutto Grazzano (19-5 a Castell’Alfero) ma regala pure gioie a Montechiaro (19-4 su Rocca d’Arazzo) ed una delle poche a Casa Paletti (19-9 sul Calliano). In graduatoria il Montemagno imbattuto ed al desimo successo stagionale appare sempre più solitario leader (24 punti). Perde terreno Grazzano raggiunto dal Vignale (19) che sorpassa Moncalvo (18) mentre si riavvicinano Castell’Alfero (16) e Montechiaro (15) ultimi a giocarsi il post season. Distanze siderali nella seconda parte della graduatoria che vede ora nell’ordine Casa Paletti (7), Rocca (6), Calliano (4) e Il Torrione (2). Sulla piazza di Montemagno ci si attendava una sfida accesa. Lo prometteva l’animata gara vissuta all’andata ma soprattutto una graduatoria che vedeva i locali primi ed ospiti terzi. Ma la squadra di coach Alciati si è presentata senza il battitore Tirico (problema all’inguine) affidandosi a Materozzi. Locali che spronati in settimana da patron Griffi non hanno lasciato nulla ai rivali: 6-1 7-2 fino al 13-2 coi successivi trampolini utili solo per le statistiche. «Abbiamo perso e male. Mi assumo le mie colpe ma mi dissocio da come è stata preparata la partita» lo sfogo del dirigente Tapparo non rinvolto gli atleti ma pronto ad un confronto in società. Pesante nel passivo ma non imprevedibile la resa del Moncalvo, del tutto inaspettata anche per il punteggio quella del Grazzano nella “bombonera” di Castell’Alfero.

«Fracchia ha accusato un dolore alla caviglia (rimanendo comunque in campo) ma l’intera squadra è apparsa svogliata contro avversari che non per nulla si stanno confermando la rivelazione del torneo» ammette il grazzanese Penna. Ospiti già doppiati sul 6-3 poi un parziale 6-0 e girano 12-3. Dal 16-4 si passa al finale 19-5. Il quintetto di coach Demaria raccoglie complimenti e soprattutto punti. Se all’andata aveva messo solo paura a Grazzano domenica ha condotto fino alla fine con maturità, mantenendo la quinta piazza davanti al Montechiaro. La compagine diretta da Parena da par suo non ha incontrato alcuna difficoltà nella gara al «Tirone» con il Rocca d’Arazzo . Poco più di un allenamento per Tirone e compagni che, complice il passo falso di Grazzano e Moncalvo, vedono riaccendersi le possibilità di guadagnare un posto in semifinale. Non aveva steccato il Vignale che, già venerdì sera al «Porro», aveva superato Il Torrione (19-4). Maggiore equilibrio al «Beretta» di Tonco dove Casa Paletti non si lascia sfuggire l’opportunità di andare all’incasso con un decimato Calliano (19-9) presentatosi con l’ingessato Redoglia e ancora privo di capitan Bicocca. Identica formazione per i locali con il mezzovolo Bertone in crescita e definitivamente titolare al posto dell’assente Gandini. Nel frattempo è stato modificato il calendario che anticipa mercoledì (alle 21,30) la sfida Castell’Alfero-Calliano, inserita nella sesta giornata ed inizialmente programmata sabato 23 giugno.


Dona al sito Tambass.org
E dai, offrimi un calice di vino!
Siate generosi, per favore

Meteo

giweather joomla module

Login

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Cookie Policy Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui Cookies e su come disabilitarli, potete visitare la nostra pagina di privacy policy.

  Accetto i Cookie da parte di questo sito.