Ecco Casa Paletti Tonco

SOTTO IL SEGNO DI RENZO ARTUFFO PARTE LA NUOVA AVVENTURA DI CASA PALETTI

Non ha tradito le attese il battesimo di Casa Paletti Tonco in un Salone parrocchiale strapieno tra atleti, amministratori, dirigenti, tanti appassionati ed i più avanti negli anni con gli occhi lucidi per il ritorno di Mario Riva, ospite d’onore, a ricordarci che il tamburello è stato una cosa grande. L’eleganza atletica del mezzovolo di Breonio immortalata nel logo biancorosso della neonata società. Il calore umano ben visibile nell’abbraccio con Luigi Casalone compagno nel mitico Castell’Alfero di patron Sandro Vigna. Paesi monferrini ed amicizie ancora nel cuore come con Renzo Dapavo partecipe di una serata amarcord dove gli anni magici non sembrano passare.

Sotto il segno di Renzo il ritorno in grande stile di Artuffo con il credo ben trasmesso dal piacere delle cose fatte bene ad ognuna al suo posto a cominciare dalla squadra di collaboratori dal vice storico Bruno Paletti, dal grande dirigente sportivo Pino Inquartana per i rapporti con le istituzioni e la federazione, l’impeccabile segretaria Stefania Dorato, Paolo Monticone a curare la comunicazione ed l'immagine. Risultato: una cartella stampa come si conviene nei grandi sport.

La notizia della  cessazione della società guidata dal suo grande vice Piero Delcrè è stato un richiamo irresistibile per Renzo Artuffo, prima giocatore di alto livello nei decenni 1970 - 80 e poi presidente del Tonco dei tre scudetti e delle svariate Coppe e Supercoppe a partire dal 2003 al 2014.

Le sue innegabili doti di motivatore per un progetto a lungo termine trovano terreno fertile in un paese sempre partecipe non solo nei momenti festosi e di vittorie oltre ad essere fedele nelle trasferte. Il richiamo sulle nuove giovani leve ha avuto un adesione superiore alle aspettative per un bel banco di prova dell’entusiasta staff del settore giovanile con Antonella Negro, Paolo Artuffo, Alessandro Accomazzo e Marco Gino.

Innovativo anche nell’allestimento della prima squadra con un’ampia rosa a geometrie variabili ovvero la formazione sarà personalizzata in base al campo di gioco ed il momento di forma. Una bella scommessa che ricorda in parte quella vincente del Castell’Alfero di Vigna in cui la formazione variava da battuta a rimando come Accossano ben ricorda.

Un calendario ostile all’inizio stile Montemagno lo scorso anno non è l’alibi per lasciarsi andare in proclami anche se i più ricordano il valore aggiunto di quando Tonco vinse lo scudetto a dispetto dei pronostici. E’ un progetto fatto per andare lontano senza farsi fuorviare dalle bizzarie di una singola stagione.

Nuovo e locale  il direttore tecnico Michele Casarin (l'area tecnica è completata e nobilitata da Agostino Renzo Artuffo e Piero Redoglia) che potrà contare su Fabrizio Artuffo protagonista dei tre scudetti tonchesi e finalista col Montechiaro lo scorso anno, la classe di Andrea Gerbi che non ha trovato interlocutori tra i compagni di Montemagno, il mezzovolo scudettato a Moncalvo Matteo Gandini, da Settime il giovane pupillo di Bruno Porrato Matteo Bertone, rimane a Tonco Emanuele Stracuzzi a conferma che c’era qualcosa di valido pure la scorsa stagione, grinta ed istinto del terzino per Silvio Massirio due volte campione regionale di C col Cerrina e scudettato a muro proprio al Beretta col Portacomaro, l’importanza di un mancino come Massimo Accossano con voglia di non mollare contagiosa, linea verde col ritorno di Riccardo Jeantet.

Dopo la presentazione la cena propiziatoria con chef stellati con le eccellenze del territorio a Villa Toso.

Per Artuffo l’irrefrenabile attivismo passando da un tavolo all’altro, dagli sponsor alle istituzioni, dagli atleti agli amatori non dimenticando la loro importanza con il sostegno alla squadra di serie C che si evidenzierà con impegno e passione terzo tempo compreso. 

SERIE C: Alessandro ACCOMAZZO, Marco GINO, Franco BONELLO, Pietro Giuseppe COSSETA,  Alessandro COSSETA, Andrea SERRAIOCCO, Daniele MOISIO, Kevin Alexis BONELLO N’DIAYE, Guido SAMPIETRO, Flavius BOGDAN

La parola ora ai campi con un protagonista ritrovato con il suo modus operandi di passione e competenza a spronare una realtà allestita per scrivere pagine importanti anche negli anni a venire.

IL DIRETTIVO CON MARIO RIVA

Dona al sito Tambass.org
E dai, offrimi un calice di vino!
Siate generosi, per favore

Meteo

giweather joomla module

Login

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Cookie Policy Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui Cookies e su come disabilitarli, potete visitare la nostra pagina di privacy policy.

  Accetto i Cookie da parte di questo sito.