Le ragazze del Monale si vestono ancora d’argento

Dopo la piazza d’onore alle finali scudetto, il bis nella Coppa Italia per le girls del Monale

Stefano Cozza originario di Cocconato dedica al padre recentemente scomparso la vittoria della Coppa Italia indoor, arrivata dopo la conquista dello scudetto di B sempre con la maglia del Mezzolombardo

Le girls del Monale si vestono ancora d’argento nel massimo campionato di tamburello indoor. Dopo la piazza d’onore alle finali scudetto di Lavis (Trento) la matricola della A in gonnella si è ripetuta nella Coppa Italia con atto conclusivo domenica a Madone (Bergamo). Ancora una volta la squadra di Giancarlo Lanzoni si è dovuta arrendere al Sabbionara (13-4), già vincitrice dello scudetto e della Coppa Europa. «Alla forza si è aggiunta nelle avversarie la consapevolezza di esserlo, aspetto non meno determinante. Hanno meritato di vincere» ammette sportivamente il coach. Monale che aveva centrato l’obiettivo della finale imponendosi nuovamente sull’Aeden Santa Giusta Oristano (13-2) nonostante alcune defezioni. Nella semifinale in campo Rebecca Lanzoni, Lina Pinna e Aurora Tonon poi sostituita da Beatrice Caranzano, sul 6-1. Ma Caranzano ha poi accusato problemi intestinali dando forfait per la sfida decisiva. Avevano già saltato la trasferta Simona Rabino e Rachele Fasoli. Dunque nessun cambio possibile per coach Lanzoni nel già delicato match col Sabbionara. «Di fronte a una squadra determinata, spietata in ogni chiusura abbiamo retto il confronto come intensità fino all’8-4. Poi un calo vistoso anche dal punto di vista psicologico con le rivali che non sbagliavano nessun quindici. E il nostro tabellone ha smesso di segnare e partita chiusa dopo 55 minuti» conclude Lanzoni. Con la Coppa Italia è stata scritta l’ultima parola della stagione indoor senior con un bilancio più che positivo per i colori astigiani che dopo i trionfi 2017 vedevano quale unica rappresentante astigiana e piemontese sopravvissuta proprio le girls del Monale, esordienti nel massimo campionato. 

Serie A maschile

Una serie A che al maschile ha anche regalato una gioia anche ad un atleta astigiano: Stefano Cozza da Cocconato. Il terzino ha conquistato la Coccarda con la maglia della trentina Mezzolombardo che pur partendo dalla serie cadetta è riuscita a strapparlo all’Arcene di Merighi, Bertagna e Weber (13-6) che non è così riuscita a far doppietta con lo scudetto. Risultato a sorpresa meritato sul campo con chiave di volta al quattordicesimo game quando, perso l’unico 40 pari del match fallendo cosi la possibilità di raggiungere gli avversari sul 7 pari, l’Arcene è andato in crisi. Sull’8-6 Mezzolombardo ha infilato altri 5 games consecutivi. Terminata la stagione indoor, tocca ai giovani che il prossimo weekend a Goito (Mantova) e Valeggio (Verona) assegneranno i titoli nazionali. Per l’Astigiano in campo i boys di Cinaglio (under 14), Tigliole (under 16) e Piea (under 18) e le ragazze del Monale (under 18).

Futuro incerto per l’Alegra Settime
 
L’Alegra Settime mette in dubbio la propria presenza nella serie A open femminile. Nulla di certo ma sono fitte le nubi sul futuro della squadra che tutto ha vinto nelle due ultime stagioni col forte rischio che non si schieri al via della stagione. Il motivo è l’indisponibilità di un’atleta in dolce attesa che ha ridotto la rosa a sole cinque effettive e l’impossibilità della società di intervenire sul mercato per trovare un’eventuale sostituta. 

 

Dona al sito Tambass.org
E dai, offrimi un calice di vino!
Siate generosi, per favore

Meteo

giweather joomla module

Login

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Cookie Policy Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui Cookies e su come disabilitarli, potete visitare la nostra pagina di privacy policy.

  Accetto i Cookie da parte di questo sito.