Mondiali indoor a Rovereto 2.a giornata

Italia in semifinale contro la Catalogna nel maschile e femminile

La seconda giornata del terzo campionato mondiale indoor di tamburello per le nazionali italiane doveva essere una giornata di conferma e alla fine cosi è stato. Le squadre azzurre dopo aver vinto tutte le gare della giornata inaugurale della manifestazione hanno saputo ripetersi conquistando cosi le semifinali. Fino ad oggi pertanto i pronostici della vigilia sono stati rispettati. A dare inizio alla seconda giornata del campionato del mondo le ultime gare di qualificazione ai quarti di finale. Le azzurre dopo i facili successi ottenuti ai danni di Germania e Inghilterra nella giornata inaugurale hanno affrontato il Portogallo, mentre in campo maschile Gabriel Fiorini e compagni, reduci dalle vittorie contro Portogallo e Germania hanno affrontato la Catalogna. Il direttore tecnico Salvatore Occhipinti ha potuto schierare anche Manuel e Luca Festi, assenti nella prima giornata, aumentando così ulteriormente il livello di tecnica e fantasia della sua squadra. Azzurri avanti 3-0 al primo cambio campo. A seguire questi i parziali successivi: 4-2, 6-3, 9-3, 12-3, fino al 13-5 finale. Sul 9-3 nell'Italia usciva Manuel Festi ed entrava Marco Ferrera. Nel finale in campo anche Graziano Perottoni e Alessandro Merighi. Vittoria netta anche nel femminile, dove Chiara Zeni e compagne non hanno lasciato alcun gioco alla nazionale portoghese. L'Italia chiude in vetta il girone di qualificazione sia nel maschile, sia nel femminile. Nei quarti di finale la nazionale femminile ha battuto il Brasile per 13-3. Buona gara di tutto il collettivo. Vista la netta differenza di valori tecnici fra le due squadre il direttore tecnico selezionatore Gianni Dessi ha fatto giocare tutte le atlete a sua disposizione. Oltre alle affermate ed esperte sorelle Zeni e Germana Baldo si sono ben distinte anche Noemi Sogliani, Arianna Calliari e Veronica Trapletti, atlete entrate a gara in corso. 

Vittoria in scioltezza anche per la nazionale maschile contro San Marino, avversario davvero troppo modesto per impensierire la compagine azzurra. I ragazzi di Salvatore Occhipinti hanno lasciato solo un gioco ai loro rivali. Oggi in programma le semifinali e le finali. In semifinale l'Italia sarà opposta sia nel maschile sia nel femminile alla Catalogna, avversario sicuramente temibile ma alla portata.

Molto positivo l'operato di tutti gli arbitri utilizzati dal presidente della commissione arbitrale Gianpaolo Arduini, fra i quali c'è anche una rappresentante del “gentil sesso”, la veronese Giulia Sperotto, arbitro di grande livello ed esperienza. In casa azzurra fino ad oggi i risultati sono soddisfacenti, anche se manca ancora la gara decisiva che rappresenta la “ciliegina sulla torta” ovvero la finalissima, visto che per l'Italia l'obiettivo non è quello di ben figurare, ma di conquistare la Coppa del Mondo, impresa non riuscita due anni fa in Catalogna nel maschile, dove a trionfare per l'Italia fu solo la nazionale femminile, vincitrice anche nel dicembre 2013.

Semifinali maschili

Francia – Brasile ore 9,45 palestra Don Milani

Italia – Catalogna ore 9,45 le Fucine

Femminile

Italia – Catalogna ore 8,30 palestra Don Milani

Francia – Germania ore 8,30 le Fucine

ore finale 11 3° posto: don Milani e le Fucine

ore 14,45 finale femminile palestra don Milani

ore 16 finale maschile palestra don Milani

Dona al sito Tambass.org
E dai, offrimi un calice di vino!
Siate generosi, per favore

Meteo

giweather joomla module

Login

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Cookie Policy Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui Cookies e su come disabilitarli, potete visitare la nostra pagina di privacy policy.

  Accetto i Cookie da parte di questo sito.