Intervista a Luana Bonzi (Dossena)

Sabato a Cerro Tanaro si è disputata la finale di Super Coppa di serie A femminile fra Dossena e Tigliolese. La gara si è conclusa con il successo delle brembane che chiudono la stagione con due trofei vinti: Coppa Italia e Super Coppa. Una stagione decisamente positiva. Abbiamo cercato di capire i punti di forza con una delle protagoniste: la terzina Luana Bonzi.

Ti aspettavi una stagione cosi esaltante?

All'inizio eravamo consapevoli che un gruppo formato 20 giorni prima dell'inizio del campionato aveva bisogno di stabilizzarsi, ma comunque i membri della squadra sono di spessore e sapevamo che potevamo far un buon gioco. Diciamo che si siamo tolti qualche sassolino dalla scarpa.

Come ti è sembrato il livello della serie A femminile?

Con il nuovo regolamento non si può ben capire il livello di gioco. I set secondo me penalizzano un po' il gioco e i 10 minuti di pausa fra il primo e il secondo fanno calare la tensione e rischiano di compromettere partite che sulla carta non creano problemi. Vince chi ha più testa e chi mantiene la calma.

Come giudichi il contributo dato dalle nuove arrivate: Germana Baldo, Monia Donadoni, Chiara e Beatrice Zeni?

Sembrerà banale e sicuramente nessuno ci crederà ma la squadra dopo 2 allenamenti aveva già trovato l'equilibrio giusto. Abbiamo legato subito e le prime vittorie sicuramente hanno aiutato ancora di più. Monia con la sua l'esperienza, seppur ferma da anni è stata in grado di portarci in tutte le finali (2 state vinte). Beatrice Zeni è un treno dove passa fa strage, attiva e sempre combattiva in ogni ruolo, anche se a volte è un po "testona". Chiara Zeni è la brontolona del gruppo, ma d'altronde è anche la più giovane, però non molla mai. Ha una grinta da invidia. Concludo con Germana Baldo. Ha grande esperienza, serve sia in campo sia fuori. Ha una mentalità vincente ed è stato il valore aggiunto di un gran bel gruppo.

Come potevamo non vincere???

Cosa ti aspetti dal futuro?  

L' anno prossimo il Dossena affronta una nuova esperienza in coppa Europa che sicuramente dà stimoli. Speriamo di fare bene. Per i risultati ottenuti quest'anno credo sia doveroso ringraziare in primis Osvaldo Mogliotti, perché senza di lui tutto questo non ci sarebbe stato. Ha fatto molti sacrifici e le due finali vinte sono sue. Ringrazio anche le mie compagne terzine Debora e Simona, i dirigenti della società e tutti gli sponsor e i nostri sostenitori che sono tanti e ci sono sempre stati vicini.

Dona al sito Tambass.org
E dai, offrimi un calice di vino!
Siate generosi, per favore

Meteo

giweather joomla module

Login

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Cookie Policy Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui Cookies e su come disabilitarli, potete visitare la nostra pagina di privacy policy.

  Accetto i Cookie da parte di questo sito.