Le ragazze di Settime ancora regine

Sconfitto il Tigliole per 13 a 9. Poker tricolore a un passo dal Callianetto dei record

Doppia festa con le neo scudettate del Settime e le girls del Tigliole che hanno conquistato il titolo di serie B.

L’Alegra Settime è ancora regina d’Italia. Dopo la Coppa Europa arriva un bis che vale un poker nel massimo campionato in rosa. Doppietta tricolore che porta a quattro il numero complessivo degli scudetti per la società del presidente Alessandro Grassi, coi primi due datati 2009 e 2010. La leggenda ora è ad un passo coi cinque titoli finora centrati da Callianetto e Sabbionara. Domenica sulla terra del “Dezzani-Rosso” di Callianetto si è vissuta la replica dell’ultima finale scudetto ed analoga è risultato l’esito con ancora a soccombere le girls del Tigliole (13-9). Eppure il tabellone aveva subito premiato il gruppo dei Basso (Daniele presidente e Mimmo allenatore) con repentino vantaggio 2-1, subito pareggio al nuovo cambio e Settime che mette fuori la testa sul 5-4. Nuova parità ai 6 games ma ancora doppio vantaggio delle campionesse in carica che girano prima 7-5 e poi 8-7. Ultimo equilibrio all’ottavo gioco ma qui il Settime allunga 10-8 e coglie un altro punto alla ripresa. Un gioco per parte ed ultimo deciso sul 40 pari per cambiare 12-9. E’ l’anticamera della resa che per il Tigliole si manifesta pochi minuti dopo quando non riesce a strappare neppure un “15”. Scoppia la festa che de L’Alegra con coach Piero Gozzelino, la figlia Jessica che da mezzovolo ha schiacciato tante palline a terra meritandosi il titolo di migliore in campo. Pressoché perfetta la regolarità della fondocampista Beatrice Zeni, ben coadiuvata dalla compagna di reparto Rebecca Lanzoni. Meritati applausi alle compagne con la capitana e terzina Antonella Negro (protagonista in tutti i quattro trionfi) e poi Chiara Zeni, Debora Marucco e Madalina Ciobanu. «Una finale è sempre un mix di tante emozioni. Non si impara mai. Giocare questa era difficile con le compagne che cercavano grinta nei miei occhi e io forza nei loro. Mio padre sulla panchina a trasmettermi fiducia. Siamo una squadra e lo abbiamo dimostrato, lottando con umiltà dando tutto e raggiungendo l’obiettivo. Farlo a Callianetto per me è un valore aggiunto, campo dove sono cresciuta, vinto, perso, pianto e gioito» le sincere parole della campionessa di Gozzelino, nel condividere l’ultimo trionfo col gruppo. Nella metà campo avversa Claudia Ponzio, Silvia Gozzelino, Gaia Zai, Ilaria Poncini, Stefania Scaiola e Linda Amerio. Tigliole che pur mancando ancora l’appuntamento con lo scudetto si conferma nell’olimpo del tamburello in gonnella essendo alla sua seconda finale scudetto alle prime due stagioni in A.

Scudetto astigiano anche in B

Tigliole si è vestito comunque del Tricolore. Una festa iniziata e finita prima del fischio d’inizio della finalissima di serie A grazie alla squadra della serie cadetta che era riuscita a centrare il titolo imponendosi sul Ceresara (13-11). Dunque l’imbattibilità stagionale delle atlete mantovane si è infranta a Callianetto sotto i colpi del quintetto astigiano di Alessandra De Vincenzi e compagne. Per la monalese una gioia attesa da un anno dopo averla sfiorata nel 2016 quando con la maglia del Viarigi si era arresa proprio in finale sempre al cospetto del Ceresara. Sfida non facile e chiusa dopo oltre due ore e mezza di scambi con emozioni condensate nel finale. «Sul 12-8 pensavamo avessimo chiuso la gara - commenta De Vincenzi - invece abbiamo sbagliato e sprecato troppo sudando e soffrendo, correndo il rischio di giocarsi finale e stagione all’eventuale lotteria del tie-break». Ultimo games deciso sul 40 pari, il nono dell’incontro con 7 appannaggio del Tigliole. Astigiane in campo con le sorelle Serena e Chiara Zimolo, Federica Tabbia, Elisabetta Arisio, Chiara Alegge e De Vincenzi, direzione tecnica di Walter Zimolo e direttrice sportiva Daniela Ferrero. 

Dona al sito Tambass.org
E dai, offrimi un calice di vino!
Siate generosi, per favore

Login

Meteo

giweather joomla module

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Cookie Policy Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui Cookies e su come disabilitarli, potete visitare la nostra pagina di privacy policy.

  Accetto i Cookie da parte di questo sito.