Presentazione serie A 2014

Anche quest’anno saranno sei le compagini femminili impegnate nel massimo campionato open femminile. Oltre alla trentina Sabbionara (campione d’Italia in carica), troviamo le astigiane del Settime, Monale, Pieese, la bergamasca San Paolo D’Argon e la veronese Palazzolo.

In sostanza, le stesse sei formazioni protagoniste dell’ultimo campionato. Un’annata tutta da seguire, dove le favorite sono Sabbionara e Settime.  Le campionesse d’Italia perdono una pedina fondamentale come Chiara Arcozzi che ha deciso di smettere e si  affidano a Beatrice Zeni, giovane di prospettiva, che nella scorsa stagione ha sostituito egregiamente l’infortunata Germana Baldo. Squadra che punta in alto, il Settime. Le astigiane  hanno mantenuto la formazione che nella scorsa stagione ha centrato tre finali (scudetto, Super Coppa e Coppa Europa) e vinto la Coppa Italia. Il Monale, ha tutte le premesse per fare un buon campionato e confermarsi squadra di buon livello. Molto, ci si attende dal Palazzolo, che si è rinforzato prelevando dal San Paolo D’ Argon Ilaria Balasina e Alice Magnani. Proprio il San Paolo D’Argon, sembrerebbe sulla carta la compagine più indebolita, visto che non ci sarà più nemmeno Veronica Trapletti. La compagine bergamasca punterà sulla squadra di serie B. Partita anche Giulia Rossi, direzione Sabbionara. Per la terzina trentina di Rallo, si tratta di un rientro nella squadra allenata da Gigi Beltrami.  La Pieese si affiderà alla guida tecnica di Paolo Ferrante. Mauro Fresia seguirà invece la squadra di serie B. L’anno scorso la squadra è riuscita a ottenere punti. Nel primo campionato in A ci furono solo sconfitte. Una squadra che deve continuare a crescere ancora.

Ecco le sei squadre che si daranno battaglia.  

SABBIONARA

ANNATA PRECEDENTE: Come è ormai consuetudine da diversi anni le atlete di Gigi Beltrami sono grandi protagoniste in tutte le manifestazioni a cui partecipano. La stagione open 2013 si è chiusa con due titoli su tre. Si conferma campione d’Italia ad Aldeno (terzo trionfo consecutivo), fa sua la Super Coppa e cede alle astigiane del Settime la Coppa Italia. Fra le note positive, fa esordire nella massima serie una giocatrice giovane, ma di grande prospettiva, Beatrice Zeni (16 anni), l’anno prima in B, artefice dei successi del Palazzolo. Per la fondocampista di Nave San Rocco, il compito non facile di rimpiazzare nella parte finale della stagione il capitano Germana Baldo, infortunatasi in Coppa Europa. Quest’anno altro compito molto arduo, rimpiazzare Chiara Arcozzi. 

MERCATO: In arrivo Giulia Rossi, trattasi di un ritorno. La giocatrice trentina di Rallo nelle ultime stagioni aveva giocato a San Paolo D’Argon.  Una terzina affidabile che prenderà il posto di Giada Fontana, che andrà a giocare nel Mezzolombardo in serie B.  Una partenza, ma di lusso. Lascia infatti la squadra aviense, Chiara Arcozzi tre anni di grande livello a Sabbionara, con Germana Baldo, componeva un fondocampo di classe qualità ed imprevedibilità. Toccherà alla giovane Beatrice Zeni il compito di non farla rimpiangere. 

FORZA: Gruppo solido e collaudato capace di soffrire e di aiutarsi nei momenti delicati. Un gruppo che conosce il suo valore e la sua forza. Ripetersi per il 4 anno consecutivo non sarà facile, ma Sabbionara ormai è una piazza abituata a vincere e sicuramente si cercherà di vincere anche quest’anno. Molto ci si aspetta dalle giocatrici più rappresentative, Germana Baldo e Paola Daldoss e dalla voglia di affermarsi di Beatrice Zeni. 

DEBOLEZZZE: L’assenza di Chiara Arcozzi peserà. Una giocatrice cosi non si sostituisce facilmente. Certo se Germana Baldo che nell’indoor è tornato ai suoi livelli dopo l’infortunio, saprà rendere anche nell’open, molti problemi saranno superati subito.

ORGANICO COMPLETO: Nome Ruolo

Germana Baldo fondocampista

Beatrice Zenif ondocampista

Paola Daldoss mezzovolo

Giulia Rossi terzino

Silvia Schonsberg terzino

Desiree Fiorini terzino

OBIETTIVI: Vincere piace sempre. Le difficoltà ci saranno, ma le trentine vogliono continuare a confermarsi leader indiscusse in campo femminile. Gli stimoli non mancano. Due atlete del Sabbionara (Germana Baldo – Beatrice Zeni) in dicembre hanno vinto un campionato del mondo e un successo simile contribuisce a dare grande carica.  

SETTIME: 

ANNATA PRECEDENTE: L’unica squadra capace di tenere il passo del Sabbionara. Stagione positiva. Si riconferma in Coppa Italia (secondo successo consecutivo), battendo le trentine in finale. Chiude seconda nelle altre competizioni a cui partecipa (Super Coppa, campionato, Coppa Europa). Squadra forte e completa con giocatrici capaci di adattarsi in più ruoli. 

MERCATO: Squadra nel complesso invariata. Non servivano certo rinforzi.  Smette Marisa Lucia, una giocatrice di esperienza che sapeva fare gruppo. La dirigenza della società dà fiducia a delle giocatrici che nel 2013 hanno avuto un’ottima annata. Cecilia Dellavalle e compagne hanno tutte le carte in regola per disputare una grande annata. Dalla squadra di serie C viene lanciata in prima squadra Federica Accornero, una giocatrice che seguendo le sue compagne, potrà solo migliorare. La squadra è forte,  costruita per vincere e lottare in tutte le competizioni.

FORZA: Gruppo affiatato e risultati degli ultimi anni. Due Coppe Italia consecutive vinte danno morale e convinzione dei propri mezzi. Il Settime sta tornando ad avere un ruolo da protagonista, ruolo che una società cosi importante merita. Ricordiamo in passato le giocatrici del grande Settime, Sally Valle Sandrine Nicole e la stessa Marisa Lucia

DEBOLEZZE: In passato molte volte doveva affidarsi alla sua giocatrice più esperta Stefania Mogliotti che quest’anno dovrebbe solo allenare e non “scendere in campo”. La squadra è forte in tutti i reparti. Può vincere, anche senza il contributo di una grandissima giocatrice. Il tamburello, in fondo è uno sport di squadra, non di solisti. Vedere Stefania Mogliotti in campo, comunque è sempre uno spettacolo per chi ama questo sport. Un po’ come per gli amanti del calcio vedere il grande Brasile degli anni 70 o giocatori stile Maradona, Platini, Van Basten (sempre mantenendo il paragone calcio – tamburello).  

ORGANICO COMPLETO: Nome e cognome ruolo

Jessica Gozzelino fondocampista

Silvia Gozzelino fondocampista

Cecilia Dellavalle mezzovolo

Antonella Negro terzino

Elisabetta Bellussi terzino

Federica Accornero terzino

Alessandra Tinelli fondocampista

SAN PAOLO D’ARGON:  Chiude al terzo posto. La squadra bergamasca non riesce ad avere quella continuità di risultati avuta l’anno precedente. Merito anche di Sabbionara e Settime che in campionato viaggiano a ritmi molto elevati. Nel finale di stagione perde una delle sue giocatrici più importanti Veronica Trapletti che non rientrerà nemmeno quest’anno. Per il team orobico un colpo duro nel momento cruciale della stagione

MERCATO: La squadra certo non appare rafforzata. Detto di Veronica Trapletti che non tornerà a calcare  i campi di gioco, vanno segnalate le cessioni di Alice Magnani e Ilaria Balasina (Palazzolo). La squadra si affida alle giocatrici che l’anno scorso hanno militato nella formazione di serie B. Difficile fare un pronostico, ma la compagine bergamasca, appare decisamente indebolita. Per la squadra di Gianfranco Vismara ci sarà da soffrire.

PUNTO DI FORZA: Tanto entusiasmo e voglia di fare bene. Certo chi giocherà dovrà sostituire atlete che tanto hanno dato alla causa orobica. Le motivazioni sono forti. Sicuramente è un buon punto di forza per affrontare un campionato impegnativo come quello di serie A. Alcune giocatrici (Monica Scagliotti) hanno dimostrato di essere all’altezza della serie A, quando sono state chiamate in causa. In questo campionato la serie A non sarà una tantum, ma sarà la regolarità. Un modo eccellente per crescere. Altro punto di forza, poter giocare con serenità, senza l’assillo di fare risultato a tutti i costi in ogni gara.

PUNTI DEBOLI: Perdere tre pedine fondamentali non è poco. La squadra dell’anno scorso inoltre aveva una sua amalgama. Le giocatrici della serie B sono valide, ma la serie A è più impegnativa di quella cadetta. Probabilmente la squadra appare ridimensionata. Difficilmente potrebbe competere con Sabbionara e Settime.

ORGANICO COMPLETO: 

Monica Scagliotti

Martina Mazzucchetti

Silvia Lorenzi

Silvia Di Salvo

Serena Barcella

Anna Faroni

Giulia Pilati

Obiettivo: Fare un buon campionato. Per il vertice Sabbionara e Settime sono più attrezzate. Ci saranno momenti difficili. Il gruppo dovrà restare unito. Le partenze sono di lusso, ma per il futuro si cerca di creare una squadra che possa tornare ad essere competitiva. Potrebbe essere la classica annata di “transizione”.

MONALE

L’ANNATA PRECEDENTE: Stagione tutto sommato positiva in linea con i programmi della dirigenza. Le atlete di Giancarlo Scaiola centrano per il terzo anno consecutivo il piazzamento play off e accedono in Coppa Italia. La squadra si dimostra compatta. Per la prima volta affronta la serie A senza Cecilia Dellavalle, una giocatrice che tanto ha dato al Monale. L’annata di Federica Mossino (sua sostituta) comunque è buona. 

MERCATO: Due soli elementi in entrata, entrambi provenienti dal Cinaglio. Sara Scapolan e Valentina Icardi, queste le giocatrici che andranno a rinforzare la rosa a disposizione di Giancarlo Scaiola. Per il resto la società si affida al gruppo storico che in questi anni, ha sempre fatto dei campionati positivi, centrando l’obiettivo Coppa Italia – play off. 

PUNTI DI FORZA: Il recupero di Stefania Scaiola non al meglio l’anno scorso può essere sicuramente un valore aggiunto per il Monale. La grinta e la determinazione con cui affronta le partite con le squadre più forti è sicuramente l’elemento più positivo di questa squadra che quando è in giornata sa mettere in difficoltà qualsiasi squadra (comprese le corazzate Sabbionara e Settime). Altro punto di forza il Monale lo ha in panchina: trattasi di Alessandra De Vincenzi e Giancarlo Scaiola, due persone che hanno dimostrato in questi anni di lavorare con metodo e saper far cresce le giocatrici meno esperte. Due persone che sanno trasmettere non solo grinta, ma anche passione verso il tamburello. 

PUNTI DEBOLI: Solitamente è una squadra che ha poca costanza di rendimento, ma la qualità delle giocatrici in organico, non si discute. Alterna prove impeccabili a giornate pessime. Per arrivare al vertici bisogna lavorare ancora su questo aspetto. 

OBIETTIVO: Centrare i play off e accedere alla Coppa Italia. In questi anni le atlete di Scaiola hanno sempre puntato a questo, riuscendo sempre nell’impresa. Nel 2010 la storica finale scudetto contro il Settime a Capriano del Colle. Centrare una finale vorrebbe dire migliorare gli ottimi risultati dell’anno scorso

ORGANICO: 

Sara Scapolan

Federica Strocco

Stefania Scaiola

Irene Musso

Federica Mossino

Alessia Lanzoni 

Valentina Icardi

PALAZZOLO

COSI L’ANNO SCORSO: A giudicare il risultato finale (5 posto) verrebbe da dire annata deludente. In realtà, Giulia Sperotto e compagne ebbero un ottimo avvio di stagione, poi un calo finale. La squadra era pur sempre una matricola, non si poteva pretendere di più

MERCATO: Sono arrivate due giocatrici valide Alice Magnani e Ilaria Balasina, ma alla voce partenze c’è quella di Laura Lorenzoni (Mezzolombardo serie B), una giocatrice determinata, che con i suoi trascorsi a Sabbionara ha imparato a vincere. Il direttore tecnico Carletti in questa stagione non avrà più Ilenia Tretter e Veronica Pinamonti, quest’ultima in dolce attesa.  

PUNTI DI FORZA: Il gruppo è affiatato, l’esperienza dell’anno scorso comunque è stata utile per crescere e capire le difficoltà della serie A. Le due nuove arrivate (Ilaria Balasina e Alice Magnani) avendo già giocato insieme sono unite e non dovrebbero avere difficoltà ad inserirsi nella nuova squadra.

PUNTI DI DEBOLEZZA: La partenza di Laura Lorenzoni certo non giova. Una giocatrice che ha avuto modo di giocare a Sabbionara con giocatrici forti e affermate  ha acquistato grinta e carisma, doti che comunque sapeva trasmettere  alle compagne meno affermate. Ci sono stati dei cambi. Si dovrà valutare come le nuove arrivate si inseriranno nel gruppo. Quest’anno non po

OBIETTIVI: Entrare fra le prime quattro. Questo l’obiettivo per il quale la squadra veronese deve lottare. Il campionato dell’anno scorso deve essere usato per non ripetere gli errori commessi. In serie A non si deve mai abbassare il livello di concentrazione

ORGANICO:

Giulia Sperotto

Veronica Pinamonti

Alice Magnani

Ilaria Balasina

Nathalie Ilesca

Andrea Frezza

Martina Nicolis

PIEESE:

L’ANNATA PRECEDENTE:  Chiude all’ultimo posto, però riesce a conquistare i suoi primi punti nella massima serie, a differenza dell’annata d’esordio chiusa con solo sconfitte.  Il lavoro fatto da Mauro Fresia ha iniziato a dare qualche risultato. 

MERCATO: Dal Cinaglio arrivano Gaia Zai e Giorgia Pera. A Piea si continua a credere nel progetto di far crescere le giovani atlete del vivaio. Una politica che potrà dare risultati nel corso degli anni. In panchina Paolo Ferrante, direttore tecnico molto preparato, che dovrà continuare l’ottimo lavoro svolto da Mauro Fresia in questi anni.   

FORZA: Essere riusciti ad ottenere i primi punti nella massima serie deve essere un motivo per credere nelle proprie capacità tecniche. Su questo dovranno lavorare i direttori tecnici Mimmo Basso e Paolo Ferrante. 

DEBOLEZZE: L’ esperienza ancora non è al top. Per rendere nella massima serie servono tante partite e tanti campionati alle spalle. Potrebbe essere, facendo delle previsioni, destinata a chiudere all’ultimo posto anche questa stagione. La dirigenza non ne farà certo un dramma a patto però che l’impegno e la grinta non manchino. Perdere contro il Sabbionara sarà normale, l’importante è giocare. 

ORGANICO: 

Eleonora Gariglio

Ludovica Curto

Gaia Zai

Ilaria Valle

Giorgia Pera

Francesca Dellavalle

OBIETTIVI: Proseguire il suo lento e progressivo processo di crescita. Su questo Mauro Fresia in questi anni ha lavorato molto. Adesso il lavoro lo dovranno portare avanti Mimmo Basso e Paolo Ferrante due persone che conoscono il tamburello e che sapranno far crescere queste giovani giocatrici

 

 

Dona al sito Tambass.org
E dai, offrimi un calice di vino!
Siate generosi, per favore

Meteo

giweather joomla module

Login

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Cookie Policy Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui Cookies e su come disabilitarli, potete visitare la nostra pagina di privacy policy.

  Accetto i Cookie da parte di questo sito.