Serie B 2019 semifinali play off, gare di ritorno

B femminile ritorno play off Sacca e Segno in finale. In casa Sacca buona gara di Linda Giovannone, Segno soffre nel primo set poi mette il turbo e lascia le rivali a zero.

Sarà Sacca – Segno la finale scudetto di serie B femminile. Le due formazioni si sfideranno domenica prossima, ore 16 a Goito (Mantova). I play off hanno confermato quanto emerso dalla “regualar season”. Le squadre di Elia Mazzi e Mauro Magnani in B sono state le più continue, il tutto anche avendo un organico nettamente superiore alle rivali.

Venendo alle semifinali di ritorno nella gara interna contro il Rallo nettamente sconfitto all'andata Francesca Balasina e compagne hanno avuto un avvio a rilento, commettendo subito quattro falli che consentivano al Rallo di andare avanti 1-0. Il Sacca torna in partita. La gara vive sull'equilibrio poi le trentine si spengono, mentre le mantovane giocano con regolarità e precisione mantenendo la palla in campo e cosi si arriva al finale sul 6-2 per le virgiliane. Con questo punto e con i tre ottenuti in Val di Non il Sacca accede alla finale scudetto, mettendo fine alle speranze di rimonta delle rivali. In casa Sacca, gara molto positiva di Linda Giovannone. Nel secondo set il Sacca non fa sconti e chiude sul 6-3.

Non ha certo deluso le aspettative la gara fra Segno e Ceresara, semifinale dove ad imporsi alla fine sono state le trentine. Sofia Magnani e compagne sono partite molto tese, sbagliano palle anche abbastanza facile. La tensione della gara in casa Segno si è sentita e non poco. Il Ceresara pur privo di Viola Gallina determinante nella gara di andata metteva paura alle trentine andano avanti sul 3-1. Il Segno iniziava finalmente a reagire e a riportarsi in parità 3-3. L'equilibrio restava fino al 5-5, poi arrivava il sesto gioco in favore delle trentine che prendevano fiducia. Il Ceresara accusava il colpo e nel secondo set si vedeva una gara completamente diversa. Segno subito avanti 2-0, la reazione di Giulia Sperotto e compagne era nulla. Nel finale in casa Ceresara si provava qualche cambio per salvare il salvabile, ma non si vedeva alcuna reazione. Elisa Bacchi avanzava terzina, Giulia Sperotto andava in posizione centrale, ma non succedeva nulla, il Ceresara del secondo set, troppo fiacco e prevedibile certo non poteva mettere in difficoltà la capolista del girone due, una squadra capace di domenica in tutto il campionato perdendo un solo punto contro il Patone nell'ultima giornata di campionato, del tutto ininfluente per le trentine. Questa vittoria deve servire come crescita per una squadra che in questa stagione raramente è stata messa in difficoltà. Domenica invece Angelica Lorandini e compagne non si sono mai abbattute nei momenti difficili, hanno saputo reagire, tornare in parità, vincere soffrendo il primo set e imporsi nettamente nel secondo.

Per il Segno femminile, un'altra promozione dalla B alla A, dopo quella nell'indoor, il bis nella specialità open e domenica a Goito battendo lo Sacca potrebbe mettere la “ciliegina sulla torta” e rendere una stagione fino ad oggi positiva eccellente.

B femminile

Sacca – Rallo 6-2, 6-3

Segno – Ceresara 6-5, 6-0

Finale scudetto domenica 21 luglio ore 16: Sacca - Segno

Dona al sito Tambass.org
E dai, offrimi un calice di vino!
Siate generosi, per favore

Meteo

giweather joomla module

Login

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Cookie Policy Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui Cookies e su come disabilitarli, potete visitare la nostra pagina di privacy policy.

  Accetto i Cookie da parte di questo sito.